«I'm a picker, I'm a grinner, I'm a lover and I'm a sinner, play my music in the sun» (Steve Miller)
Tale Johann Wiesers
«Non ho niente contro gli zingari e i rapporti con loro sono sempre stati buoni» è la frase con cui Johann Wiesers ha commentato il cartello "Campingverbot für Roma und Sinti in Strassen" (Non c'è posto per gli Zingari) posto all'ingresso del suo campeggio sulle Dolomiti austriache, frase che gli vale la menzione in questa sezione di One More Blog. L'episodio è un esempio inquietante della discriminazione razzista che tuttora riguarda Rom e Sinti. Da Mahalla.
08.09.05 16:35 - sezione la faccia come il culo
il 08 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Fabrizio ha scritto:

Casi simili ci sono in tutta Europa, anche alle porte di Milano
Di questo e altro, discuteremo domani in chat con Yuri Del Bar, Sinto, consigliere comunale a Mantova.

il 08 Settembre 2005 (quando OMB accettava i commenti)
Aleph ha scritto:

Esistono norme precise che regolano l'accesso a luoghi pubblici (come un campeggio, un bar, un ristorante, etc.). Nessuno può dire tu sì, tu no; lo posso fare a casa mia, ma trattasi di luogo privato.
Invece che sbraitare, chiamare i carabinieri e denunciare.
Non è indignandosi che si toglie il razzismo dalla testa della gente, quello c'è sempre stato e sempre ci sarà.

Altrove: A - rivista anarchica | Accordo | Anticatechismo | Chan Hon Chung | Ciclistica | Il Deposito | Don Zauker
Gruhn Guitars | Giordano Bruno | Libertaria | Movimentofisso | Brian Setzer | Shel Shapiro | UAAR | Il Vernacoliere