Il ritorno di Pisapia: i miei 3 centesimi

PisapiaDal Corriere della Sera: “Su Milano il premier Matteo Renzi punta molto. La posta in gioco è troppo alta. E la città simbolo è appunto il capoluogo lombardo. Tra i possibili candidati c’è Giuseppe Sala, commissario unico di Expo. Ma i vertici del Pd hanno dato mandato ai loro ambasciatori di aprire una trattativa con Giuliano Pisapia per convincerlo a ripresentarsi. Resta lui, secondo i sondaggi, il candidato con più chance”.

Leggi tutto “Il ritorno di Pisapia: i miei 3 centesimi”

Milano 2016: i primi nomi quasi ufficiali

Palazzo MarinoDovrebbero essere tre – secondo voci bene informate – i primi nomi del centrosinistra in corsa per Palazzo Marino 2016. Gli annunci potrebbero arrivare a breve, salvo “chi me lo fa fare” dell’ultimo minuto (che il dopo-Expo sarà una patata bollentissima da aggiungere al resto che il prossimo sindaco dovrà pelare).

Leggi tutto “Milano 2016: i primi nomi quasi ufficiali”

La sconfitta di Casson prequel di Milano 2016?

casson e brugnaro a venezia“Nell’unica città fino a qualche tempo fa persino antropologicamentre di sinistra del Veneto, il centrosinistra ha alacremente operato per porre le premesse per un disastro. Prima, com’è ovvio, il tracollo della giunta di Giorgio Orsoni sotto i colpi delle indagini sul Mose e della condanna patteggiata dall’ex sindaco: per capire il disastro che ha lasciato, pensate che a Venezia oggi Orsoni (come del resto Galan) fa fatica a girare per le calli, e nei bar c’è chi si rifiuta di servirlo.”

Leggi tutto “La sconfitta di Casson prequel di Milano 2016?”

Il compagno Giuseppe Sala scende in campo?

Giuseppe Sala con Evo MoralesO è stato un momento un po’ così, oppure in questo pugno chiuso (o “quasi chiuso”, deve un po’ allenarsi) di Giuseppe Sala c’è il segnale che la sua candidatura alla successione di Giuliano Pisapia si fa di ora in ora più realistica. Ancora non è chiaro quello che sta succedendo dietro le quinte, forse neanche a lorsignori, anche perché bisogna capire cosa ne pensano gli atri che aspirano all’ufficio più bello di Palazzo Marino.

Leggi tutto “Il compagno Giuseppe Sala scende in campo?”

Milano 2016: anche Corrado Passera in lizza

Corrado PasseraCi siamo. Dopo l’autocandidatura di Antonio Di Pietro con M5S e le voci insistenti su Matteo Salvini, arriva da Italia Unica la notizia che Corrado Passera si candida alla successione di Giuliano Pisapia come sindaco di Milano. Non si sa con quale squadra né con quale schieramento, per ora l’ex ministro dello sviluppo economico eccetera del governo Monti si limita a dire che ci sarà, ma che prima di qualunque altra azione avvierà un periodo di “ascolto”. Riassumiamo le ipotesi a oggi.

Leggi tutto “Milano 2016: anche Corrado Passera in lizza”

Il deserto di Rho

Expo 2015 Arabia“Il quarto week-end di Milano 2015 richiama 74 mila persone sabato e 68.500 domenica. Lunedì 25 maggio si registrano 71 mila ingressi con un effetto traino dato dalla presenze di centinaia di scolaresche in gita. Martedì c’è un crollo: solo 47.452 i paganti mentre gli accrediti (giornalisti, lavoratori ed ospiti che non pagano nessun ticket) sono poco più di diecimila. Mercoledì 27 maggio si risale fino a 55.048, giovedì siamo a quota 49 mila mentre venerdì sono 43.793. In una settimana 408.793 visitatori paganti significa una media di 60 mila al giorno.”

Leggi tutto “Il deserto di Rho”

Comunali 2016: Sala allunga sugli inseguitori

Giuseppe SalaDi tempo ancora ce n’è, ma in fondo comincia a stringere e il suo passare diventa tanto più evidente se, in modo diretto o in diretto, i nomi che da tempo girano per il futuro di Milano iniziano a muoversi o rendono più esplicite le loro mosse. La settimana in corso, infatti, è iniziata con una lunga intervista a Repubblica di Beppe Sala, l’ad di Expo. Lunga e intima come non era mai successo prima.

Leggi tutto “Comunali 2016: Sala allunga sugli inseguitori”

Expo: il “rischio farsa” è reale

Expo failA mettersi le mani nei capelli hanno già cominciato i gestori dei parcheggi e dei ristoranti interni al sito. Sono disperati perché temono di non rientrare delle spese a causa dell’afflusso di pubblico molto più basso del previsto. Preoccupata è soprattutto Arriva, società italiana delle ferrovie tedesche che ha vinto l’appalto per la gestione dei parcheggi: secondo le previsioni, il 50 per cento dei visitatori sarebbe dovuto arrivare in auto, con incassi per 11 milioni, invece i parcheggi sono vuoti al 90 per cento. E Arriva è già in rosso perché deve comunque garantire per tutto il giorno un costoso servizio di navette per portare chi ha parcheggiato fino ai tornelli d’ingresso. La situazione è così preoccupante che Sala, il quale aveva lanciato finora appelli accorati perché la gente usasse i mezzi pubblici, il 14 maggio ha cambiato messaggio: “Venite in macchina”. E ora lancia l’idea di rendere il parcheggio gratuito. Ma così Expo dovrà pagare ad Arriva 3 milioni di penale.

Leggi tutto “Expo: il “rischio farsa” è reale”

Totomilano 2016: a che punto siamo

Silvio Berlusconi“Nel 2016 dovremo riconquistare il Comune con un candidato sindaco che sarà la sintesi della nostra storia. Da Milano faremo ripartire anche l’Italia, dove siamo la maggioranza vera e naturale”. Parole dette da Silvio Berlusconi poco dopo la conferma da parte di Giuliano Pisapia che non sarà candidato alle comunali milanesi del 2016.

Leggi tutto “Totomilano 2016: a che punto siamo”