Il partito della città e delle spugnette

Lucia Ada De CesarisIl colpo per la ‘Rivoluzione Arancio’ 1.0 è definitivo. Si muovono nelle retrovie Lucia Castellano, ex assessora passata alla Regione, Ambrosoli, Fondazioni, Fondi immobiliari, Banche e molto altro ancora, e non tutti decisi a calare le maschere tanto presto. Il Partito della Città e delle spugnette, del ‘risorgimento ‘ e dell’autonomia ambrosiana c’è anche se non si vede. Comunque in Comune nulla d’ora in poi sarà come prima. Assessori Zombie, delibere fantasma, mentre i dirigenti stanno trovando nuovi padrini/padroni politici sotto le cui ali fare chioccia.

Leggi tutto “Il partito della città e delle spugnette”

Il ritorno di Pisapia: i miei 3 centesimi

PisapiaDal Corriere della Sera: “Su Milano il premier Matteo Renzi punta molto. La posta in gioco è troppo alta. E la città simbolo è appunto il capoluogo lombardo. Tra i possibili candidati c’è Giuseppe Sala, commissario unico di Expo. Ma i vertici del Pd hanno dato mandato ai loro ambasciatori di aprire una trattativa con Giuliano Pisapia per convincerlo a ripresentarsi. Resta lui, secondo i sondaggi, il candidato con più chance”.

Leggi tutto “Il ritorno di Pisapia: i miei 3 centesimi”

Pierfrancesco Majorino: evitiamo strani esperimenti

Pierfrancesco Majorino«Abbiamo compiuto atti coraggiosi, dobbiamo difendere e valorizzare il lavoro fatto, ma anche aggredire il nostro limite storico: comunicare di più e meglio di quanto abbiamo realizzato. Intendo candidarmi alle primarie del centrosinistra milanese perché voglio candidarmi a Sindaco della nostra straordinaria Milano. Fare le primarie vuol dire che il giorno dopo il candidato è quello che vince e che il giorno prima evitiamo di costruire strani esperimenti con pezzi di ceto politico che magari furono di centrodestra… e non facciamo nessuno strano tentativo di riprodurre a Milano l’alleanza presente in Parlamento».

Leggi tutto “Pierfrancesco Majorino: evitiamo strani esperimenti”

Primarie a Milano: ma anche no

primarie nein dankeGià due iscritti alla corsa a Palazzo Marino del 2016 (Emanuele Fiano e Pierfrancesco Majorino) e la certezza che anche questa volta ci saranno le primarie. Ma siamo proprio sicuri che sia una buona idea?  Il recente disastro in regione Liguria è un segnale preoccupante, ma va ricordato anche Milano 2005, in cui le truppe cammellate del maggior partito di coalizione fecero vincere un candidato perdente, un fattaccio che avrebbe potuto ripetersi nel 2010.

Leggi tutto “Primarie a Milano: ma anche no”

Milano 2016: i primi nomi quasi ufficiali

Palazzo MarinoDovrebbero essere tre – secondo voci bene informate – i primi nomi del centrosinistra in corsa per Palazzo Marino 2016. Gli annunci potrebbero arrivare a breve, salvo “chi me lo fa fare” dell’ultimo minuto (che il dopo-Expo sarà una patata bollentissima da aggiungere al resto che il prossimo sindaco dovrà pelare).

Leggi tutto “Milano 2016: i primi nomi quasi ufficiali”

“Milano 2016” non sia il remake di “Milano 2006”

Bruno Ferrante 25 aprile 2006“Le primarie del Partito Democratico, strombazzate da anni come luogo della libertà, del libero consenso, della solenne autodeterminazione degli elettori, vanno sostanzialmente in soffitta. O in cantina, scegliete voi, basso e alto in questo caso coincidono. Non ne verrà celebrato neppure un modesto funerale con i soli, strettissimi, parenti stretti. Niente di niente. Si cambia, e si cambia perchè si perde a rotta di collo soprattutto con i candidati scelti proprio dal partito attraverso quel meccanismo”.

Leggi tutto ““Milano 2016” non sia il remake di “Milano 2006””

Comunali 2016: Sala allunga sugli inseguitori

Giuseppe SalaDi tempo ancora ce n’è, ma in fondo comincia a stringere e il suo passare diventa tanto più evidente se, in modo diretto o in diretto, i nomi che da tempo girano per il futuro di Milano iniziano a muoversi o rendono più esplicite le loro mosse. La settimana in corso, infatti, è iniziata con una lunga intervista a Repubblica di Beppe Sala, l’ad di Expo. Lunga e intima come non era mai successo prima.

Leggi tutto “Comunali 2016: Sala allunga sugli inseguitori”

Totomilano 2016: a che punto siamo

Silvio Berlusconi“Nel 2016 dovremo riconquistare il Comune con un candidato sindaco che sarà la sintesi della nostra storia. Da Milano faremo ripartire anche l’Italia, dove siamo la maggioranza vera e naturale”. Parole dette da Silvio Berlusconi poco dopo la conferma da parte di Giuliano Pisapia che non sarà candidato alle comunali milanesi del 2016.

Leggi tutto “Totomilano 2016: a che punto siamo”