Di Maio e la propaganda anti-israeliana

di maio luigiRimesso in cima perché il 2 agosto 2016 c’è stato un aggiornamento visibile nel link in fondo.

Siamo tutti liberi, ma i fatti sono questi. Quindi gli innumerevoli Di Maio (anche meno ignoranti e beceri) e chi dà loro ragione non si occupano di storia e cronaca, ma si fanno ripetitori di propaganda guerrafondaia e spesso razzista.

Leggi tutto “Di Maio e la propaganda anti-israeliana”

Giuditta Pini e le sciocchezze su Israele

giuditta piniA proposito di Israele e del popolo palestinese la deputata PD Giuditta Pini avrebbe detto: “chiudere le persone in luoghi circondati da muri filo spinato e guardie armate non le faccia onore e proprio perché è la più grande democrazia che ha gli oneri più importanti nella ricerca della soluzione pacifica del conflitto”.

Leggi tutto “Giuditta Pini e le sciocchezze su Israele”

Radio Popolare e la propaganda anti-israeliana

Radio Popolare“Cara Radio Popolare, ti ho ascoltata per decenni, ho stima e amicizia per tanti tuoi collaboratori storici, come Michele CrostiLuigi Ambrosio e molti ancora. Ma la fuffa che spacci sul Medio Oriente è ingiusta, inaccettabile, demagogica, ipocrita. Pertanto, da oggi, con dolore, ti depenno dal mio tuner, dopo tanti anni. Fammi sapere se un giorno deciderai di tornare a fare il tuo lavoro: raccontare fatti. Tornerò ad ascoltarti di corsa, ma oggi con la storia dei pesticidi sparsi da Israele hai passato ogni limite di faziosità.”

Leggi tutto “Radio Popolare e la propaganda anti-israeliana”

Michele Migone precisa sull’intervento contro Fiano

Radio PopolareA proposito del post sul commento antisemita rivolto a Emanuele Fiano mi scrive Michele Migone di Radio Popolare. Do volentieri spazio alla sua precisazione, ringraziandolo per l’attenzione. Le sue parole confermano il mio pensiero sull’accaduto.

Leggi tutto “Michele Migone precisa sull’intervento contro Fiano”

Segnali inquietanti da Radio Popolare

Emanuele FianoTutto mi divide politicamente da Emanuele Fiano​, da anni non c’è una sua parola o un suo gesto politico da cui io non dissenta: dalle sue posizioni sulla cosiddetta “sicurezza” alla gestione della sua candidatura alle Primarie per Milano 2016. Ma questo non può trattenermi dal provare disgusto per commenti come quello letto sul profilo Facebook di Radio Popolare, idealmente luogo di esercizio della coscienza critica, di rispetto, di spirito civico.

Leggi tutto “Segnali inquietanti da Radio Popolare”

In fondo “se la sono cercata” no?

Palestinian-preacher-holding-knife-Gaza1-620x431“Assassini col coltello alla mano messi sullo stesso piano delle vittime accoltellate. Assaliti e assalitori, moralmente equiparati. Il periodico Famiglia Cristiana, organo della CEI (15 ottobre), ha scaricato la colpa dell’attuale ondata di violenza palestinese contro civili inermi solo su Israele, incolpandolo di ogni nefandezza: in un servizio raggelante -“Israele e Palestina, voglia di guerra” -, compariva un’intervista a Fouad Twal, patriarca di Gerusalemme, che diceva, – senza contraddittorio né dubbi -, che quello che sta accadendo è più che legittimo, «Netanyahu ha scelto di far crescere l’oppressione e i palestinesi hanno reagito».”

Leggi tutto “In fondo “se la sono cercata” no?”

Pallywood colpisce ancora

La bufala di Palliwood 1Alla fine sembrava tutto chiaro. I “porci sionisti”, le “SS con stella di David”, gli “ebrei criminali invasori” hanno commesso l’ennesima violenza sul coraggioso popolo palestinese che resiste. Una “mamma coraggio” addenta il braccio del cerbero che “tortura” un ragazzino (“attenzione! Immagini forti che potrebbero urtare la sensibilità” avvisava Repubblica, sempre pronta a denunciare la “violenza sionista” non senza menzionare gli “estremisti ebrei“). In realtà era al 90% una fanfaluca, l’ennesima.

Leggi tutto “Pallywood colpisce ancora”

I Giusti non amerebbero i commenti ingiusti

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingLa mia presa di posizione a proposito della (secondo me demenziale) riqualificazione del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano ha suscitato una bella dose di mail e messaggi su tutti i canali. Tra tanti positivi e alcuni negativi  nel merito, ce ne sono tre in particolare che mi sorprendono. Uno mi scrive “il solito ipocrita amico degli ebrei solo quando sono morti”, un altro mi dice “cosa aspetti a dire che bisogna fare anche un giardino dedicato ad Hamas?” e un altro ancora “questa opposizione al il Giardino dei Giusti mostra quanto ancora l’antisemitismo sia diffuso”.

Leggi tutto “I Giusti non amerebbero i commenti ingiusti”

Non mi è chiaro

testedimiNon mi è chiaro cosa c’entra la Palestina con il nostro 25 aprile e in nome di cosa si devono tollerare delle TESTEDICAZZO™ che al passaggio della bandiera della Brigata Ebraica (la quale ha contribuito alla libertà di tutti, comprese le suddette TESTEDICAZZO™) si permettono di insudiciare la manifestazione urlando “sionisti carogne tornate nelle fogne”.

Il thread su Facebook.