Per chi vuole imparare l’Hung Kuen di Chan Hon Chung

Chan Hon Chung

Ricevo un grande e inaspettato numero di richieste da persone che vogliono imparare l’Hung Kuen di Chan Hon Chung che ho appreso tra il 1977 e la fine degli anni 80 nei miei lunghi soggiorni a Hong Kong, all’Hon Chung Gymnasium, 729 di Nathan Road. La cosa mi fa molto piacere, anche se sono sempre restio a farlo, visto che ho molta stima del termine (oggi inflazionato) “maestro” e non mi considero tale. D’altro canto capisco di essere custode di un bene raro e non ritengo giusto non condividerlo.

Kong Pui Wai and Alberto Biraghi
Inoltre: (1) la dinastia originale di Chan Hon Chung in Cina è praticamente estinta (dei miei due fratelli maggiori Cheung Yee Keung non insegna più e Kong Pui Wai ha fondato un proprio stile) e (2) vedo in giro per la Rete un sacco di gesti che il maestro Chan avrebbe giudicato “errori” o addirittura cose del tutto estranee alla nostra storia spacciate per Hung Kuen.

Tutto questo mi ha portato a decidere di condividere quanto imparato: come ho già avuto modo di dire, sono disponibile a passarlo a persone in sintonia con il mio rispetto per quella tradizione e con il mio modo di intendere lo studio dell’Hung Kuen oggi: un metodo di crescita personale e beneficio fisico, nel totale rispetto reciproco.
Chan Hon Chung

Ecco allora tutte le informazioni per chi è interessato.

Non insegno a principianti e non mi occupo di forme a due, di armi e di danza. Mi concentro sulle sette forme a mano nuda, che considero la base di tutto lo stile: una volta acquisite quelle, i principi si applicano facilmente a tutto il resto che il mio “allievo” dovrebbe già conoscere.

Non mi occupo neppure di sparring, che lascio volentieri ai miei giovani e bravissimi nipoti del San Dao.

Insegnanti del San Dao

Chi desidera condividere quello che so deve avere una buona esperienza, ovvero conoscere almeno le sequenze delle quattro forme di base con sicurezza.

In alcuni casi i tempi si allungano un po’ se ci sono difetti radicati da correggere: questo è un problema comune, perché – dal poco che si trova su YouTube e senza voler dare giudizi – lo stile arrivato in Italia dagli anni ’90 in poi, ovvero dalla chiusura dell’Hon Chung Gymnasium, ha notevoli differenza rispetto a quello praticato al 729 di Nathan Road.

Chan Hon Chung
Questo è il programma che ho definito per trasmettere quanto ho appreso dell’Hung Kuen di Chan Hon Chung

  1. le tre posizioni base, la schiena, l’uso del bacino, la respirazione base nelle forme
  2. essenzialità ed economia di movimenti
  3. Sap Yin Kuen, la posizione Yi Ji Kim Yeung e la corretta “respirazione del drago” con l’esercizio “segreto” di Chan Hon Chung
  4. revisione delle forme base alla luce di quanto appreso al punto precedente
  5. Tit Sin Kuen

Il lavoro si basa su studio e messa a punto delle cinque forme base, cui segue il lavoro di approfondimento di posizioni e respirazione con Sap Yin Kuen ed eventualmente l’apprendimento di Tit Sin Kuen:

  1. Mui Fah Kuen
  2. Lau Gar Kuen
  3. Gung Gee Fook Fu Kuen
  4. Fu Hok Seung Yin Kuen
  5. Woo Dip Cheung
  6. Sap Yin Kuen
  7. Tit Sin Kuen

Le lezioni sono faticose e devono essere seguite da molto allenamento autonomo per memorizzare e automatizzare le differenze rispetto a quanto viene normalmente insegnato (quasi sempre trovo un Hung Kuen non in linea con lo stile del maestro Chan, quindi bisogna insistere molto nel lavoro). L’ideale è vedersi 2-3 volte al mese.

Consiglio di non superare 6 persone nel gruppo, comunque massimo 8, possibilmente in numero pari. Le lezioni sono di due ore. Mi riservo di interrompere l’insegnamento in qualunque momento se non trovo sintonia di vedute e/o ricettività con chi apprende.

La mia tariffa è € 120/ora al netto delle ritenute più il rimborso di eventuali costi di viaggio da Milano.

Chan Hon Chung