Esselunga: risposta su customercare e prosecco difettosi

In relazione al recentissimo post sul (dis)servizio clienti di Esselunga condivido la risposta arrivata poche ore dopo la mia protesta pubblica. Sottolineo che il mio telefono registra le chiamate senza risposta, quindi o Esselunga è elencata tra gli “scocciatori” di True Caller oppure hanno chiamato qualcun altro.  Aggiungo che la parte standard della risposta non mi soddisfa (1) per quanto riguarda la raccolta punti (che comunque è un tema secondario, a me interessa il customercare), ma soprattutto perché (2) se metti un form online deve essere affidabile, altrimenti levalo no? Comunque le bottiglie dovrebbero essere ripristinate (stiamo a vedere) ed Esselunga con questa risposta si dimostra più attenta ai clienti di altre aziende e ciò non è poco. Pace fatta per ora.

Leggi tutto “Esselunga: risposta su customercare e prosecco difettosi”

Decathlon è nemica di una mobilità basata sulla bicicletta

Decathlon: registro di plastica“Il giorno in cui la grande distribuzione distruggesse i negozi in questo settore, non ci sarebbe più la rete di assistenza nelle strade e ne farebbero le spese anche quelli che hanno sempre comprato la bici in negozio.” Ovvero: se tutti comprassero le bici di Decathlon i ciclisti chiuderebbero. E allora quando buchi la gomma o rompi il cambio che fai, spingi la bici per 15 chilometri fino al Decathlon più vicino?

Leggi tutto “Decathlon è nemica di una mobilità basata sulla bicicletta”

car2go: incapaci di gestire il successo [AGGIORNATO]

car2goCome ahinoi accade sempre più spesso, la crescita trasforma i servizi che funzionano in ministeri ad altissimo tasso di inefficienza. E’ il caso di car2go, che per tutto il primo periodo della sua fortunata vita ha sorpreso soprattutto per efficienza e cortesia del customer care. Poi diventano grandi, al customer care rispondono voci con accenti da chissà dove che sanno dire solo “purtroppo” e non possono risolvere nulla.

Leggi tutto “car2go: incapaci di gestire il successo [AGGIORNATO]”

car2go e la pancia dei milanesi

car2go“Ciao a tutti, continuate a richiederci di aumentare la disponibilità di car2go nelle aree della città dove la domanda è maggiore e ridurne l’accumulo dove invece restano inutilizzate anche per diversi giorni. Per soddisfare le vostre esigenze di mobilità, il 17 agosto introdurremo un sistema di incentivi e disincentivi al fine di ottimizzare la dislocazione delle nostre car2go a Milano.”

Leggi tutto “car2go e la pancia dei milanesi”

Uber e tutela dei tassisti: poi chi ci rimette è il consumatore

Uber e taxi“Il contingentamento nel numero di licenze ha di fatto trasformato quelle esistenti in fonti di rendita protette per chi le possiede, una sorta di Tfr. Un rapporto di qualche anno fa della Banca D’Italia snocciola cifre che vanno dai 50-60mila ai 300mila euro per l’acquisto di una licenza sul mercato secondario.
La questione Uber evidenzia due interessi concorrenti: quello dei tassisti a estrarre la rendita attesa nel momento in cui hanno acquistato la licenza e quello (diffuso) dei consumatori ad accedere a un servizio a prezzi e modalità ragionevoli.”

Leggi tutto “Uber e tutela dei tassisti: poi chi ci rimette è il consumatore”