Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire

“Ho ricevuto molti messaggi da diversi gruppi di ciclisti milanesi a seguito del presidio in ricordo di Franco Rindone, vittima di un tragico incidente in bicicletta. Leggerò personalmente tutti i suggerimenti. Nel frattempo ho concordato con l’Assessore Marco Granelli di organizzare al più presto un incontro sul tema della sicurezza di chi si muove in bici a Milano.”

Leggi tutto “Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire”

ATM: un mese per una risposta che non risponde

Controllori ATMA distanza esatta di mesi uno dalla protesta inviata per un comportamento quantomeno scorretto – e probabilmente illegittimo -dei loro controllori alla fermata Duomo, ricevo oggi questa pregnante risposta dal cosiddetto ufficio relazione clienti di ATM. Ovviamente rispondo come segue.

Leggi tutto “ATM: un mese per una risposta che non risponde”

Controllori ATM: datevi una controllata

Controllori ATMOggi un nostro dipendente in possesso di abbonamento mensile magnetico è stato fermato in Duomo al cambio linea da un controllore che non avendo un lettore pretendeva con malgarbo di essere seguito “per accertamenti”. Il nostro dipendente ha dovuto convincerlo ad andare a una macchinetta per dimostrare che l’abbonamento è regolare, facendo tardi al lavoro, quindi creando un danno all’azienda.

Leggi tutto “Controllori ATM: datevi una controllata”

Sicurezza in strada: servono parole chiare da Giuseppe Sala

Incidente stradale Ieri mattina 30 aprile 2016 nel giro di 10 minuti ci sono stati due incidenti molto gravi in via Marghera e via Washington. Sono alcuni dei punti in cui il traffico automobilistico si svolge costantemente nella totale illegalità sui temi critici della mobilità milanese.

Leggi tutto “Sicurezza in strada: servono parole chiare da Giuseppe Sala”

Sala: la sicurezza che ci serve non è quella di cui parla lei

Matteo SalviniSignor Sala: questo inseguimento alla destra che sottintende una Milano zeppa di criminali e terroristi decisi ad ammazzare le brave persone è perdente. Vada a leggersi le statistiche su pedoni e ciclisti morti ammazzati da autisti “perbene” in grisaglia o Lacoste, una carneficina che è vari ordini di grandezza più significativa rispetto alle vittime da criminalità e terrorismo. Quattro morti al mese solo a Milano e innumerevoli feriti gravi e gravissimi.

Leggi tutto “Sala: la sicurezza che ci serve non è quella di cui parla lei”

Giuseppe Sala, Bobo Maroni e i due marò

i due maròMaroni dimettiti! Questo è il grido che si leva dal PD. Il segretario regionale del Partito Democratico, Alessandro Alfieri, parla chiaro dalle pagine della velina di partito (l’Unità): “Il primo a doversi fare delle domande sulla possibilità di rimanere alla guida della Regione è il presidente Maroni: non può far finta di niente”. Giusto! La lista di inquisiti o condannati è lunghissima, eccola…

Leggi tutto “Giuseppe Sala, Bobo Maroni e i due marò”

La legalità nelle strade – 2

Incidente_Stradale-1Nota per il futuro sindaco di Milano. Nel 2014 in Italia sono morte 1,4 persone al giorno (pedoni e ciclisti) ammazzate da veicoli che violavano una o più regole del codice (al primo posto eccesso di velocità e mancato rispetto delle strisce) e/o per distrazione. Solo a Milano circa quattro al mese. Più migliaia di feriti gravi e gravissimi. Dato ISTAT.
Leggi tutto “La legalità nelle strade – 2”

La legalità nelle strade – 1

rampe disabiliNon voterò mai un candidato che non si impegni a portare legalità nelle strade. Dopo aver cambiato nome, quelli che una volta erano vigili urbani, oggi poliziotti wannabe, sono spariti dalla città, non si vedono mai, non rispondono alle chiamate, ma soprattutto non si occupano del traffico. Esempio: questi sono quattro parcheggi sulle rampe per i disabili, raccolti in mezz’ora lungo un percorso di 1.200 metri (ma ce n’erano tanti altri).

Leggi tutto “La legalità nelle strade – 1”

L’imbroglio del sistema che si autoassolve

Pisapia e Cantone«Sto provando a spiegare all’Ocse che il modello Milano non è dell’Autorità anticorruzione ma è frutto di profonda sinergia istituzionale. Penso che sia difficilmente esportabile se si pensa che sia un modello dell’Anac, appunto perché è il risultato di una profonda sinergia. Stiamo cercando di esportarlo a Roma, per il Giubileo ormai alle porte, ce la stiamo mettendo tutta ma manca proprio questo, la collaborazione tra istituzioni, stiamo trovando più ostacoli perché la bellezza del modello Milano è la sinergia».

Leggi tutto “L’imbroglio del sistema che si autoassolve”

De Luca parla come Dell’Utri e Previti

bindi e de luca“Che ha fatto di male Rosy Bindi per beccarsi le manganellate del Partito della Fazione, anzi della Dazione? Ha detto ciò che tutti sanno da mesi: una serie di ovvietà men che banali. E cioè che le liste di tutti i partiti (esclusi i 5Stelle, Sel, la Lega e i civatiani in Liguria) sono piene di impresentabili. A cominciare da Vincenzo De Luca, condannato in primo grado per abuso d’ufficio e dunque decaduto e ineleggibile, ma anche imputato in vari processi.”

Leggi tutto “De Luca parla come Dell’Utri e Previti”