Gualtiero Marchesi e l’oro acchiappacitrulli sul risotto

Gualtiero Marchesi non era simpatico. L’ho incontrato in una vita precedente e lo consideravo uno degli chef umanamente più sgradevoli tra i tanti conosciuti nelle mie antiche peregrinazioni per ristoranti: anni luce dalle isteriche e insopportabili chefstar televisive di oggi, sia chiaro, ma certo non più simpatico dei suoi antipatici contemporanei Aimo e Vissani.

Leggi tutto “Gualtiero Marchesi e l’oro acchiappacitrulli sul risotto”

Charlie Hebdo e la difesa della libertà

italia charlie hebdo“Difendere la libertà significa difendere un insieme di regole che fissano i limiti dell’azione individuale senza prescrivere condotte specifiche. Stabilire a priori i contenuti delle azioni o delle forme d’espressione individuali, così come vietarli, vuol dire porsi al di fuori di un orizzonte che abbia a cuore la libertà.”

Leggi tutto “Charlie Hebdo e la difesa della libertà”

Il maestro Sardelli e la satira (di Charlie Hebdo ma non solo)

Federico Maria Sardelli“Il Sacrosanto Diritto di Satira non prevede la Stupidità: l’indennità scatta solo davanti all’intelligenza, non alla provacazione da bambocci.”

Leggi tutto “Il maestro Sardelli e la satira (di Charlie Hebdo ma non solo)”

L’affare Vivaldi: piccolo capolavoro di Sardelli

L'affare Vivaldi“Correva l’anno 1979 e, presso la casa editrice di Elvira Giorgianni e del marito Enzo Sellerio, quello straordinario intellettuale (prima ancora che scrittore) che era Leonardo Sciascia avviava la collana “La memoria”, selezionando dal passato o dal presente pillole letterarie che con la preservazione della memoria o con il ripristino (anche postumo, tardivo, risarcitorio) della verità storica avessero una qualche attinenza. È in questa collana – oggi gloriosamente avviata al numero 1000, in trentasei anni trascorsi fra le perle scritte o scelte da Sciascia e qualche giallo di mano abile, talvolta un po’ commerciale – che trova collocazione editoriale “L’affare Vivaldi” di Federico Maria Sardelli; e non potrebbe ipotizzarsi collocazione più appropriata, per tanti motivi.” Leggi tutto “L’affare Vivaldi: piccolo capolavoro di Sardelli”