Il crucifige di Matteo Renzi e il senso civico

E adesso tutti a prendersela con Matteo Renzi, “trombone”, “accentratore”, “peggior leader” e via lamentando. Da “non-renziano” (non sono mai stato un *iano di chicchessia, neppure quando c’erano Luigi Berlinguer e Sandro Pertini) non riesco a digerire tutta la colpevole e dannosa superficialità di questo sfogo.

Leggi tutto “Il crucifige di Matteo Renzi e il senso civico”

Spunto di riflessione su Euro, Salvini e Grillo

salvini e grilloOk, usciamo dall’Euro e ricominciamo a stampare la nostra lira che quando c’era “si stava tanto meglio” (una bestialità che che dicono loro, ma per assurdo facciamo finta che sia vero).  Poi già che ci siamo smontiamo anche l’Europa, perché vogliamo tornare alla nostra “sovranità” anziché essere “servi delle banche e della Merkel”.

Leggi tutto “Spunto di riflessione su Euro, Salvini e Grillo”

Se Salvini diventa l’antidoto siamo messi male

Ada Lucia De CesarisPer favore, qualcuno avvisi i maggiorenti del centrosinistra che tutte le volte che su Facebook mi imbatto in una esternazione della Ada Lucia De Cesaris nei thread di qualche contatto devo combattere il pensiero che sì, votare M5S o anche Gente Che Ha Ragione era meglio che legittimare l’arroganza di queste persone.

Leggi tutto “Se Salvini diventa l’antidoto siamo messi male”

Brexit

Il primo effetto è la conferma che l’istituto del referendum è una minchiata che mette il destino dei popoli nelle mani di persone manipolabili dalla propaganda più becera di guitti come Farage o Grillo. Forse una prima buona riforma sarebbe abolirlo del tutto. E anche sul diritto di voto a chiunque comincio ad avere dei dubbi.

Il bicchiere mezzo pieno

2011 MILANO - PRESENTAZIONE DELLA NUOVA GIUNTA DEL COMUNE DI MILANONel 2011 questa foto gettò la prima secchiata di acqua gelida sull’entusiasmo prodotto dalla vittoria di Giuliano Pisapia: una giunta costruita con una versione 2.0 del manuale Cencelli, con le poltrone a Palazzo Marino distribuite sapientemente tra le pretese del PD e gli interessi dei gruppi economici di riferimento.

Leggi tutto “Il bicchiere mezzo pieno”

Ballottaggio: dichiarazione di voto

Alberto Biraghi nel 2015Se l’alternativa si chiama Salvini, Gelmini, Lupi, La Russa, Formigoni, De Corato e altra analoga paccottiglia, il cittadino democratico, soprattutto il milanese per bene deve mettere da parte insoddisfazioni, rancori, voglie di rivalse, strategie e votare per il meno peggio. Il rischio che costoro tornino al potere a Milano è reale ed è un rischio enorme per la città.

Leggi tutto “Ballottaggio: dichiarazione di voto”

Domenica vota per Milano

La feccia di destraDomenica Milano potrebbe finire nelle mani di questi. E’ un’opzione possibile, perché al momento i sondaggi danno i due candidati testa a testa.
Se la destra – questa destra indecente – si prendesse Milano per pochi voti ci sarebbe da tirare testate nel muro.

Leggi tutto “Domenica vota per Milano”

Volete il mio voto tra 15 giorni?

Giuseppe SalaOK, circa 100mila voti persi (tra cui il mio) rispetto a Giuliano Pisapia al primo turno, meno voti di Ferrante. Quindi, tanto per cominciare, invece di questa vergognosa assenza di commenti per cominciare vorrei sentire almeno un maggiorente del PD ammettere che questo signore non era il candidato giusto, che le primarie con cui è stato consacrato sono state una farsa e che la campagna “guardando al centro” è stata una fesseria.
Leggi tutto “Volete il mio voto tra 15 giorni?”