Velocità: lettera aperta al sindaco Sala e all’assessore Granelli

Gentile sindaco Sala, gentile assessore Granelli, ho appena pagato una contravvenzione di 40 euro per aver sforato di 4 km/h (77 anziché 73) il limite sul solito cavalcavia del Ghisallo. L’ho pagata volentieri perché ritengo che la limitazione di velocità in autostrada sia una necessità imprescindibile.

Leggi tutto “Velocità: lettera aperta al sindaco Sala e all’assessore Granelli”

Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire

“Ho ricevuto molti messaggi da diversi gruppi di ciclisti milanesi a seguito del presidio in ricordo di Franco Rindone, vittima di un tragico incidente in bicicletta. Leggerò personalmente tutti i suggerimenti. Nel frattempo ho concordato con l’Assessore Marco Granelli di organizzare al più presto un incontro sul tema della sicurezza di chi si muove in bici a Milano.”

Leggi tutto “Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire”

Un rally a Milano: il sindaco Sala può solo vergognarsi

L’idea balzana di organizzare un rally automobilistico nel centro di Milano poteva venire solo a quelle teste bacate della giunta della Regione Lombardia. Non c’è da stupirsi, considerando faccia, storia e propensioni dei fascioleghisti che governano la regione più ricca d’Italia, gli stessi che hanno illuminato il Pirellone di Milano con l’inno all’intransigenza omofoba e teocratica del Family Day.

Leggi tutto “Un rally a Milano: il sindaco Sala può solo vergognarsi”

Decathlon è nemica di una mobilità basata sulla bicicletta

Decathlon: registro di plastica“Il giorno in cui la grande distribuzione distruggesse i negozi in questo settore, non ci sarebbe più la rete di assistenza nelle strade e ne farebbero le spese anche quelli che hanno sempre comprato la bici in negozio.” Ovvero: se tutti comprassero le bici di Decathlon i ciclisti chiuderebbero. E allora quando buchi la gomma o rompi il cambio che fai, spingi la bici per 15 chilometri fino al Decathlon più vicino?

Leggi tutto “Decathlon è nemica di una mobilità basata sulla bicicletta”