La moschea antismog di Giuseppe Sala

moschea bluLa comparsata del candidato Giuseppe Sala all’incontro con i (fantastici) Genitori Antismog di oggi è stato francamente imbarazzante. Arrivato alle 19.15 per  un incontro il cui orario era 18-19.30 (quindi non ha sentito una parola degli interventi interessanti dei relatori), il cosiddetto manager ha comunque preso la parola e si è messo a parlare della moschea. Giuro, ha detto una cosa tipo “non voglio parlare della moschea, che qui non c’entra” e poi ha attaccato a spiegare perché lui farà la moschea (“c’è il diritto alla religione e anche per tenerli controllati”). Diocristo.

Leggi tutto “La moschea antismog di Giuseppe Sala”

Rendere vivibile MIlano in poche mosse: ma è tanto difficile?

Milano desertaGrazie al blocco del traffico oggi ho girato Milano in lungo e in largo con € 1,5 + qualche cent di BikeMi + usura scarpe Nike Air Structure 18. Facciamo € 2,0 per semplicità. Secondo il mio GPS ho percorso oltre 20 km in tempi davvero contenuti. E all’incrocio Misurata-Lorenteggio non c’era il solito casino del lunedì che da ben cinque amministrazioni – inclusa l’attuale giunta Pisapaia – hanno colpevolmente trascurato.

Leggi tutto “Rendere vivibile MIlano in poche mosse: ma è tanto difficile?”

Italia Nostra: alberi e non muri al Monte Stella

Rendering Giardino dei Giusti al Monte StellaAll’ingresso del Giardino dei Giusti milanese, ospitato nel parco del Monte Stella, si legge: “C’è un albero per ogni uomo che ha scelto il bene”. Appunto: un albero, non un muro. Per questo chi ama il patrimonio verde di Milano accoglie oggi con soddisfazione la notizia che Italia Nostra ha firmato il ricorso al TAR contro la presunta riqualificazione del progetto Gariwo-Valabrega.

Leggi tutto “Italia Nostra: alberi e non muri al Monte Stella”

Giardino dei Giusti: l’ostinazione non fa bene a nessuno

Monte Stella viale dei GiustiMi è stato segnalato da un amico un articolo sul Bollettino online della Comunità ebraica a proposito del progetto di presunta riqualificazione del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano, che da tempo critico. L’ho letto con attenzione, visto l’affetto per l’amico e la Comunità, ma resto della mia idea: il progetto è uno scempio e Gabriele Nissim dice cose non vere. Replico a punti alle affermazioni contenute nell’articolo, almeno quelli che hanno a che fare col tema: un’opera che nella visione di molti, comunque della maggioranza del consiglio di zona 8, snatura il progetto di Bottoni.

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: l’ostinazione non fa bene a nessuno”

Un monumento a Gariwo, Nissim e Valabrega

Il Giardino dei Giusti secondo Valabrega e GariwoHo ricevuto molte mail a seguito della mia partecipazione (da tastiera) all’opposizione che un gruppo di volenterosi tra cui il verde Enrico Fedrighini sta facendo alla cosidetta  “riqualificazione” del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano. In tanti scambi di opinioni, quelli con Bruno Dapei – persona che stimo nonostante il totale dissenso politico – portano sempre spunti interessanti.

Leggi tutto “Un monumento a Gariwo, Nissim e Valabrega”

Monte Stella: perché questa intransigenza del Comune?

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingDomanda posta in uno dei thread della pagina Facebook “Tuteliamo il territorio della Zona 8” a proposito dell’atteggiamento del Comune nei confronti delle opposizioni a un progetto il cui iter solleva quantomeno dei dubbi: “Ma secondo voi quali sono le ragioni di questa tenacia? Cui prodest?”

Leggi tutto “Monte Stella: perché questa intransigenza del Comune?”

Siamo tutti Stefano Esposito!

Carmela Rozza e Andrea Fanzago I campioni della democrazia commentano così l’impegno di chi Monte Stella:  Carmela Rozza: “inquietante Unione tra estremisti di sinistra e la destra”. Andrea Fanzago: “non capisco i motivi dell’opposizione”. Piero Bussolati: “avanti coi lavori”.

Leggi tutto “Siamo tutti Stefano Esposito!”

L’unità del centrosinistra val bene la devastazione di un parco?

Monte StellaUno può pensarla come vuole sulla vicenda del Giardino dei Giusti al Monte Stella. Per me è uno scempio di muri e cemento, per altri può anche essere una cosa sensata (non comprendo, ma mi adeguo, viva il libero pensiero). Quello che il cittadino ragionante deve considerare intollerabile – e che preoccupa non poco in vista delle amministrative milanesi del 2016 – è la reazione di Lorsignori.

Leggi tutto “L’unità del centrosinistra val bene la devastazione di un parco?”

Giardino dei Giusti: la giunta non compia un’azione ingiusta

rendering giardino dei giustiEnrico Fedrighini scrive sul suo wall Facebook: “Mi dicono che la Giunta Comunale, questo pomeriggio, approverà il progetto di trasformazione del Giardino dei Giusti nel Parco Monte Stella: un progetto invasivo, per rivedere il quale si sono pubblicamente mobilitate migliaia di persone, illustri esponenti del mondo accademico e della cultura, e si è mossa oltre alla Sovrintendenza anche la Commissione del Paesaggio (incredibilmente esclusa dall’esame del progetto). Sembra che il progetto sia stato rivisto in extremis, per essere approvato dalla Giunta in grande fretta; ma nessuno (tranne Gariwo, cioè l’autore) ne conosce i contenuti finali.”

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: la giunta non compia un’azione ingiusta”

Anche il Monte Stella ha i suoi Giusti che lo difendono

Monte StellaEnrico Fedrighini riassume la vicenda con chiarezza: “Pensare che qualcuno voglia lasciare un segno di sé stravolgendo il paesaggio dell’opera di Bottoni è inaccettabile”. Eppure quanto potrebbe accadere a un’ampia area del parco milanese costruito sulle macerie dei bombardamenti.

Leggi tutto “Anche il Monte Stella ha i suoi Giusti che lo difendono”

Giardino Dei Giusti: il brutto caso dei documenti scomparsi

Rendering Giardino dei Giusti al Monte Stella“E’ muro contro muro sul progetto del nuovo ‘Giardino dei Giusti’ al Monte Stella, uno spazio commemorativo fatto di cippi e targhe immerso nel verde del parco, creato nel 2002 dall’associazione Gariwo. Non sono serviti i 7 incontri tra amministrazione comunale e cittadini coordinati dal Comitato ‘Proteggiamo il Monte Stella’, per trovare una mediazione su una ‘riqualificazione’ che comporta la costruzione di opere in muratura, totem metallici e un anfiteatro in pietra considerate invasive anche dalla nuova soprintendente Antonella Ranaldi così come si legge nel fax che ha inviato agli assessori Chiara Bisconti e Ada Lucia De Cesaris, fedelissime di Giuliano Pisapia, nominate rispettivamente assessori al verde e all’edilizia.”

Leggi tutto “Giardino Dei Giusti: il brutto caso dei documenti scomparsi”

Giardino dei Giusti: si vuole stravolgere l’idea originaria

Rendering Giardino dei Giusti al Monte Stella“Come si evince dalla delibera 2746 del 2014, avevano in mente che si dovesse proseguire sulla linea tracciata: una linea che possiamo chiamare in vario modo: difesa, conservazione, cura. Quel che si sta per attuare risponde invece a ben altri criteri: ristrutturazione, ridefinizione radicale, rifondazione di un luogo. “ [snip] “tra l’idea originaria del Giardino dei Giusti e quella che è stata fatta propria dall’Associazione Gariwo c’è una distanza abissale. Nel primo caso il giardino è protagonista; nel secondo caso si assiste al prevalere di altre esigenze, di altre suggestioni, di altre tentazioni, per cui il giardino diventa un luogo di intrattenimento e insieme un luogo platealmente didascalico: tutte cose che finiscono per mettere in discussione l’idea originaria.”

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: si vuole stravolgere l’idea originaria”

Un progetto ingiusto per il Giardino dei Giusti

Rendering Giardino dei Giusti al Monte StellaIl Monte Stella, forse il più bel parco milanese, viene realizzato nell’immediato dopoguerra per ricollocare le macerie dei bombardamenti. Il progetto è di Piero Bottoni, che lo dedica alla moglie Elsa Stella, ospite dei campi nazisti. Dal 2003 il parco diventa anche sede del Giardino dei Giusti di Milano, a ricordo dei non-ebrei che rischiarono la propria vita per salvare quella anche di un solo ebreo dal genocidio nazista tristemente noto come Shoah. Fin qui un’ottima cosa, anche perché il Giardino dei Giusti è un bel luogo, sereno e perfettamente inserito nel contesto del Monte Stella.

Leggi tutto “Un progetto ingiusto per il Giardino dei Giusti”