La bici Decathlon di Granelli ha le leve in su

granelli nbici decathlon“Per l’occasione l’assessore Granelli ha sfoggiato una mtb Decathlon di primo prezzo, con gomme tassellate da fuori strada, senza parafanghi, senza portapacchi e con le leve dei freni in una posizione che viola ogni principio di ergonomia. A voler leggere gli indizi, verrebbe da dire che l’assessore non ne faccia un grande uso.”

Leggi tutto “La bici Decathlon di Granelli ha le leve in su”

Giuseppe Sala e l’altro Rotafixa per Milano

Marco MazzeiA Roma c’è Virginia Raggi che ha messo la ciclabilità in mano a un cicloattivista, Paolo “Rotafixa” Bellino. A Milano dopo Maran (finito all’urbanistica, evidentemente grazie ad ulteriori competenze occulte) arrivano prima Granelli e poi il “controesodo”. Automobilisti ancora abbronzati e già nevrotizzati, fermi in coda o lanciati sui viali al doppio della velocità codice, a fare il pelo a ciclisti o in seconda fila davanti alla gelateria, indifferenti a strisce e precedenze.

Leggi tutto “Giuseppe Sala e l’altro Rotafixa per Milano”

Ritornano sempre sul luogo del delitto

Maurizio LupiIl Corriere della Sera di oggi fa il nome di Maurizio Lupi come uno dei tre possibili nomi per la presidenza della Fiera di Milano, protettorato CL da sempre. Cosa ne dice Giuseppe Sala? Per chi non conosce Lupi proproniamo un suo profilo scritto da Graziano Camanzi.

Leggi tutto “Ritornano sempre sul luogo del delitto”

Giuseppe Sala e la cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna

gelmini salvini la russa parisi lupi“La cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna – Molino delle Armi eccetera fino a Visconti di Moderone – è una trappola mortale, con le auto che fanno le gare, la corsia che sparisce a ogni incrocio e innumerevoli cafoni che ci parcheggiano sopra. Secondo me è un tema importante. Ci sono due soluzioni: toglierla (se vince Parisi con le sue truppe in SUV nero) oppure trasformarla in una cosa seria.”

Leggi tutto “Giuseppe Sala e la cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna”

Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingSento che presumibilmente il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala (quello per cui ci toccherà votare principalmente per non mettere la città in mano a Salvini & C) domenica prossima sarà al QT8. Sarebbe interessante che qualcuno gli chiedesse un punto di vista su una vicenda che ha un impatto importante sulla zona 8 e in particolare sul magnifico Monte Stella.

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare”

Un post bacchettone e il Black Bloc

Rozza imbrattaMi rendo conto che il post originale su questa storiella ha un tono parecchio bacchettone. A mia discolpa preciso che è vernice lavabil… OPS!, scusa, ero solo molto indignato. Dunque provo a esprimere meglio il mio pensiero, riportando una risposta data a Marco Pierfranceschi sul thread di Marco Mazzei già segnalato nel post precedente.

Leggi tutto “Un post bacchettone e il Black Bloc”

Quel che conta è il Vigorelli

Ipocriti al Vigorelli«La pista un po’ inibisce altre discipline. Con le dimensioni adeguate potremmo utilizzarlo per il rugby, il football americano, l’hockey su prato, il calcio. Ma anche per concerti, per i giochi estivi delle scuole. Faremo un sondaggio tra gli abitanti della zona, discuteremo con le federazioni, il Coni, che potrebbe aiutarci a ottimizzare gli spazi» (Chiara Bisconti – Aprile 2016).

Leggi tutto “Quel che conta è il Vigorelli”

Traduzione dal medio e alto politichese

balzani sala1 – Da Francesca Balzani: A Sala è stata chiesta per l’ennesima volta un’apertura di credito politica importante nei confronti della sinistra, del progetto di Balzani per la città, del programma. Una legittimazione necessaria per non lasciar tramontare definitivamente la possibilità di un esito positivo.

2 – Da Giuseppe Sala: “E’ stato un incontro franco e costruttivo nel corso del quale ho ribadito loro l’importanza che ha per il successo del centrosinistra milanese l’area che si è aggregata intorno a Francesca e l’apporto che lei ha dato e intenderà dare. Ritengo che una lista che rappresenti al meglio queste energie e sensibilità debba essere parte costitutiva della coalizione”.

Leggi tutto “Traduzione dal medio e alto politichese”

Una magnifica centenaria milanese e un Comune scadente

burocraziaVoce burocratica – Pronto, il signor Biraghi Alberto?
Io – Sì. Chi parla?
Voce burocratica  – Lei è il figlio di Manasse Giuliana che oggi dovrebbe compiere 100 anni?
Io – Sì, chi parla?
Voce burocratica – Sono del Comune di Milano, zona 8 e mi metto in contatto per la consegna del kit.

Leggi tutto “Una magnifica centenaria milanese e un Comune scadente”

Lo spettacolo teatrale inguardabile

Monarchia dinastica arancione“La decisione di pugnalare alle spalle i “compagni” di viaggio ha l’unico merito di provocare un terremoto che potrebbe riservare molte sorprese. E dire che la cosiddetta giunta arancione lunedì aveva messo in scena un altro spettacolo teatrale inguardabile cantandosela e suonandosela per esaltare il passaggio di consegne da Pisapia a Sala, una scenetta da monarchia dinastica in disarmo mentre là fuori il 99% dei sudditi ha altro per la testa.”

Leggi tutto “Lo spettacolo teatrale inguardabile”

Milano vale più di chi la vorrebbe governare

balzani salaDa quello che si capisce leggendo il pezzullo di Luigi Ambrosio​ di questa mattina (confermato dall’intervista a Francesca Balzani e dalla lettura delle dichiarazioni sui social di tanti addetti ai lavori), le alleanze del centrosinistra per #milano2016 sono sostanzialmente un fatto di poltrone contese da partitulli del tutto scollegati dalla realtà di Milano. Gruppuscoli di una retroguardia che ormai esistono solo nella fantasia dei loro gestori e di qualche irriducibile fan (a confermarlo: il livello del dibattito politico e soprattutto l’andazzo delle recenti primarie).

Leggi tutto “Milano vale più di chi la vorrebbe governare”

Sala e il suo fastidioso balletto

Sala fitness“Sala avrebbe potuto dire che un’operazione come Expo non si giudica dai conti, perché aveva obiettivi d’immagine (rilanciare nel mondo Milano e l’Italia) e di volano per uno sviluppo economico a più lungo termine (per misurarlo, sono al lavoro gli economisti della Bocconi).”  

Leggi tutto “Sala e il suo fastidioso balletto”

Dite a Severgnini che Fiat esce dall’editoria

Bici a MilanoUn articolo vergognoso e in totale malafede. Prima vezzeggia sulle presunte colpe di ciclisti e pedoni, poi tira in ballo i morti, creando una relazione artefatta, senza dire che ISTAT attribuisce la quasi totalità della responsabilità alle auto. Qualcuno gli dica che Fiat sta uscendo dall’editoria, quindi oggi ha padroni diversi e può andare a vendersi il culetto ad altri.

Leggi tutto “Dite a Severgnini che Fiat esce dall’editoria”

Giuseppe Sala, Bobo Maroni e i due marò

i due maròMaroni dimettiti! Questo è il grido che si leva dal PD. Il segretario regionale del Partito Democratico, Alessandro Alfieri, parla chiaro dalle pagine della velina di partito (l’Unità): “Il primo a doversi fare delle domande sulla possibilità di rimanere alla guida della Regione è il presidente Maroni: non può far finta di niente”. Giusto! La lista di inquisiti o condannati è lunghissima, eccola…

Leggi tutto “Giuseppe Sala, Bobo Maroni e i due marò”

La legalità nelle strade – 2

Incidente_Stradale-1Nota per il futuro sindaco di Milano. Nel 2014 in Italia sono morte 1,4 persone al giorno (pedoni e ciclisti) ammazzate da veicoli che violavano una o più regole del codice (al primo posto eccesso di velocità e mancato rispetto delle strisce) e/o per distrazione. Solo a Milano circa quattro al mese. Più migliaia di feriti gravi e gravissimi. Dato ISTAT.
Leggi tutto “La legalità nelle strade – 2”