Giuseppe Sala a RP: bravo ma reticente

Giuseppe Sala a Radio PopolareAppena finito l’intervento di Sala alla diretta di RadioPop. Dialetticamente (anche quando insiste a professarsi “di sinistra”) è varie spanne sopra chiunque altro, si capisce che è abituato a dare ordini, ma anche sufficientemente intelligente da tenere a freno lo spirito da padrone del vapore che è nella sua stoffa per non spaventare gli elettori. Le risposte che ha dato sono state ottime (probabilmente si sta preparando da temp). Solo su un tema è stato reticente ed è facile capire come mai.

Leggi tutto “Giuseppe Sala a RP: bravo ma reticente”

#milanosiamotutti (proposta per le amministrative milanesi 2016)

Tram bloccato“Il sindaco siamo noi che pensiamo di avere il diritto di conquistare dieci metri all’incrocio perché il semaforo è verde anche se davanti ci sono un milione di macchine ferme, e allora è ovvio che bloccheremo l’incrocio quando diventerà verde per gli altri, ma è troppo complicato capire che si può andare avanti solo quando dall’altra parte c’è abbastanza spazio.”

Leggi tutto “#milanosiamotutti (proposta per le amministrative milanesi 2016)”

Renzi: mandalo a casa

Angelino AlfanoDomenica vado a San Vittore a visitare Abdelmajid Touil. Si, il terrorista marocchino di Trezzano. Non ci vado prima ché tocca ai magistrati. Perché non se ne può più. Un imbecille non può fare il Ministro dell’Interno. Questo non ne prende una. Ma le strumentalizza tutte. E invariabilmente si spara nei piedi. Ieri mattina era alla Camera dei Deputati a esternar cazzate, sul tema. Renzi, non ti sono amico ma ti do un consiglio: manda a casa ‘sto coglione.

Leggi tutto “Renzi: mandalo a casa”

Il problema della sinistra e i problemi di Polito

Cameron e Miliband“La differenza tra ideologia e analisi è che la prima parte da un assunto per forzare in esso i dati di realtà, la seconda parte dai dati di realtà per provare ad arrivare a una lettura, pur provvisoria, delle cose.  La tendenza all’ideologia, storicamente, fa parte dei difetti della sinistra, tanto che molti ex esponenti della sinistra, diventati di destra, continuano ad applicare lo stesso schema cognitivo pur avendo cambiato parte. “

Leggi tutto “Il problema della sinistra e i problemi di Polito”

L’Unità e la puzza di marcio

l'unità 13-giugno-1984“In sostanza il meccanismo era: il partito continuava a essere il vero padrone del giornale, però i soldi ce li mettevano degli altri che poi sarebbero stati ricompensati dal potere politico che il partito stesso aveva.  Già qui, come si vede, la situazione non era delle più limpide. Se poi ci si aggiunge che il buco economico creato da questo giornale era in parte riempito con i soldi pubblici stabiliti da una legge che il partito stesso aveva fatto (con altri, in situazioni simmetriche), la puzza di marcio inizia a crescere parecchio.”

Leggi tutto “L’Unità e la puzza di marcio”