La razza bianca lo dimostra: non c’è confronto tra Gori e un leghista

“Qui non è questione di essere xenofobi o razzisti. È questione di essere razionali. Tutti non ci stiamo. Quindi dobbiamo fare delle scelte, dobbiamo decidere se la nostra etnia, se la nostra razza bianca, se la nostra società deve continuare ad esistere.” Parole di Attilio Fontana, candidato leghista alla presidenza della Regione Lombardia. 

Leggi tutto “La razza bianca lo dimostra: non c’è confronto tra Gori e un leghista”

Con questi politici non vinceremo mai (anche se non bisognerebbe dirlo)

Con questi politici non vinceremo mai. So che non si dovrebbe dirlo, che alla fine anche costoro sono alternativi a leghisti e grillisti, che sbandierano la parola “sinistra”. E’ tempo di unire. non di dividere, forse anche per questo a me la nuova truppa di perdenti e riciclati cacciatori di poltrona per i prossimi cinque anni fa tristezza e un po’ di rabbia.

Leggi tutto “Con questi politici non vinceremo mai (anche se non bisognerebbe dirlo)”

Leopolda 2017: perculare Renzi per un radioso futuro d’opposizione

Leopolda 2017: la sinistra dura-pura percula Matteo Renzi (ovvero uno dei presupposti imprescindibili per un governo decente nel 2018) prima ancora che cominci il suo intervento alla Leopolda. A leggere i commenti del popolo di Radio Popolare c’è da essere davvero fieri di tanta incorruttibile integrità. Qui non si fanno sconti a nessuno, che è molto di sinistra: “alla Leopolda non ci sono vip”, “Matteo chi?”, “bamboccio”, “che pagliaccio!”, eccetera.
Leggi tutto “Leopolda 2017: perculare Renzi per un radioso futuro d’opposizione”

Elezioni siciliane e Matteo Renzi: il noioso mantra delle dimissioni

Elezioni siciliane e Matteo Renzi: perché mai il risultato debba “aprire il tema della leadership” nel PD – unico partito italiano in cui si fanno i congressi per votare un segretario – non è chiaro. Semmai questo episodio (locale) dovrebbe confermare il giudizio su chi è venuto meno allo spirito democratico, rinunciando a sostenere la segreteria eletta, facendo opposizione dall’interno fino al prossimo congresso e mostrandosi compatti fuori, com’è sempre stato, come insegnavano Gramsci e Berlinguer.

Leggi tutto “Elezioni siciliane e Matteo Renzi: il noioso mantra delle dimissioni”