Signora Rozza abbia rispetto

Alleanza inquietante Ancora una volta si esclude la riflessione sul merito. Ancora una volta si sbertuccia il sentire dei cittadini. Ancora una volta si butta in caciara politica un tema che – invece – dovrebbe essere affrontato in modo rispettoso.

Leggi tutto “Signora Rozza abbia rispetto”

Un monumento a Gariwo, Nissim e Valabrega

Il Giardino dei Giusti secondo Valabrega e GariwoHo ricevuto molte mail a seguito della mia partecipazione (da tastiera) all’opposizione che un gruppo di volenterosi tra cui il verde Enrico Fedrighini sta facendo alla cosidetta  “riqualificazione” del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano. In tanti scambi di opinioni, quelli con Bruno Dapei – persona che stimo nonostante il totale dissenso politico – portano sempre spunti interessanti.

Leggi tutto “Un monumento a Gariwo, Nissim e Valabrega”

Emanuele Fiano mette al centro la sicurezza

Emanuele Fiano“Servono un investimento sulle forze dell’ordine – cosa che il governo sta attualmente facendo – e la certezza della pena. Non servono i carro armati per le strade, ma chi delinque deve andare incontro a sanzioni certe. A Milano, invece, il comune dovrebbe fare rispettare le regole, sgomberando le occupazioni di case e i campi abusivi. Le occupazioni a Milano sono tantissime e portano a situazioni di insicurezza sociale, dove fioriscono elementi di criminalità e di soprusi. Gli sgomberi da soli, però, non sono sufficienti.”

Leggi tutto “Emanuele Fiano mette al centro la sicurezza”

La sgrassatura del guanciale

Il guancialePasta alla carbonara, gricia, amatriciana hanno una regola: no alla pancetta, sì al guanciale. Il guanciale è un meraviglioso ingrediente di origine povera, una parte quasi di scarto della macellazione del suino. Nei tempi antichi i contadini vendevano le parti nobili del maiale e trattenevano quelle meno pregiate per sé, sottoponendole al processo di conservazione con salatura per il consumo in famiglia. Saporito e grasso com’è, il guanciale aggiungeva gusto e calorie ai piatti più poveri.

Leggi tutto “La sgrassatura del guanciale”

Il 3 ottobre 1990: primo passo verso l’Europa Unita

3 ottobre 1990“Probabilmente, fuori dalla Germania, nessuno ricorderà oggi il quarto di secolo che ci divide dalla ratifica dell’riunificazione della Germania, il 3 ottobre 1990. A differenza della scena del 9 novembre 1989, ovvero del crollo del Muro di Berlino, che è vissuta come una data internazionale, comunque una data in cui la dimensione internazionale “si mangia” quella nazionale, la scena del 3 ottobre è stata presto accantonata come una vicenda tutta interna. A voler fare della facile retorica si potrebbe dire che le commemorazioni sono più attraenti ed entusiasmanti quando mettono in scena l’attimo dell’esaltazione, l’atto prometeico della liberazione, piuttosto che quello dell’ultimo tassello del percorso. Eppure la scena del 3 ottobre 1990, per noi europei di oggi, è molto più significativa che non quella del 9 novembre 1989. Mentre il 9 novembre evoca la scena della liberazione, il 3 ottobre evoca quella della libertà.”

Leggi tutto “Il 3 ottobre 1990: primo passo verso l’Europa Unita”

Monte Stella: perché questa intransigenza del Comune?

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingDomanda posta in uno dei thread della pagina Facebook “Tuteliamo il territorio della Zona 8” a proposito dell’atteggiamento del Comune nei confronti delle opposizioni a un progetto il cui iter solleva quantomeno dei dubbi: “Ma secondo voi quali sono le ragioni di questa tenacia? Cui prodest?”

Leggi tutto “Monte Stella: perché questa intransigenza del Comune?”

Ambrosoli, Sala o le primarie per Milano 2016?

Umberto AmbrosoliAllora, gira ormai in libertà la notizia – da tempo sussurrata dai bene informati – di Umberto Ambrosoli come backup di Beppe Sala in caso di rinuncia di quest’ultimo alla candidatura per Milano 2016. La conferma potrebbe venire nella settimana successiva alla chiusura di Expo (dipenderà soprattutto dalle eventuali inchieste che alcuni danno per probabili).  In entrambi i casi una parte consistente del PD preferirebbe rinunciare alle primarie, alla faccia di chi si è già candidato. Ma gli elettori cosa ne pensano? Finora nessuno ha chiesto la loro opinione, lo facciamo noi nel nostro piccolo.

Leggi tutto “Ambrosoli, Sala o le primarie per Milano 2016?”

Michele Anzaldi fa solo il suo mestiere

Michele AnzaldiNon ha senso stupirsi per l’uscita di Anzaldi e non hanno senso le critiche della “minoranza dem”. La storia del PD – e in realtà qualunque partito e gruppo politico – è questa roba qui, il controllo dell’informazione, di qualunque voce non allineata, a tutti i livelli, dal grande quotidiano o TG Rai giù giù fino al blogger sgradito. Si sa che da sempre i politici intimidano, minacciano, ricattano, querelano, licenziano, per zittire le voci sgradite. Ed è bizzarro che la “minoranza PD” stigmatizzi la frase di Anzaldi, visto che i suoi leader non sono nella posizione di poter scagliare prime pietre, anzi.

Leggi tutto “Michele Anzaldi fa solo il suo mestiere”

Milano: la pitonessa pronta a fare il botto?

daniela santanché“Sarà l’indole d’imprenditrice, o la sveltezza di pensiero sempre mascherata nel look tutto tacchi e borse e messa al servizio – ma per scelta – delle dichiarazioni più mostruose, delle sparate trash, della polemica finché morte non ci separi. Magari mal digerita da qualche cerchio magico, magari a tratti in disgrazia: ma Berlusconi di lei non ha voluto, o saputo, fare a meno. E così adesso per la prossima candidatura a Milano si fa anche il suo nome, segno indubbio di fecondità politica.”

Leggi tutto “Milano: la pitonessa pronta a fare il botto?”