Chiara Bisconti fa la cosa giusta

Chiara BiscontiAlcune azione di Bisconti non mi sono proprio piaciute, soprattutto la gestione di Vigorelli e Giardino dei Giusti, dove ha proprio toppato (magari anche perché ha dato troppo retta alla Ada Rottermeier). In compenso è venuta a salutare mia mamma centenaria in piscina (!) e – soprattutto – ha scritto questa lettera con cui dichiara di tornare civile, come dovrebbe fare qualunque pubblico amministratore serio. Leggi tutto “Chiara Bisconti fa la cosa giusta”

Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingSento che presumibilmente il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala (quello per cui ci toccherà votare principalmente per non mettere la città in mano a Salvini & C) domenica prossima sarà al QT8. Sarebbe interessante che qualcuno gli chiedesse un punto di vista su una vicenda che ha un impatto importante sulla zona 8 e in particolare sul magnifico Monte Stella.

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare”

Quel che conta è il Vigorelli

Ipocriti al Vigorelli«La pista un po’ inibisce altre discipline. Con le dimensioni adeguate potremmo utilizzarlo per il rugby, il football americano, l’hockey su prato, il calcio. Ma anche per concerti, per i giochi estivi delle scuole. Faremo un sondaggio tra gli abitanti della zona, discuteremo con le federazioni, il Coni, che potrebbe aiutarci a ottimizzare gli spazi» (Chiara Bisconti – Aprile 2016).

Leggi tutto “Quel che conta è il Vigorelli”

Monte Stella: nulla da riqualificare

rendering giardino dei giustiLa voglia di procedere alla presunta riqualificazione (“presunta” perché al Monte Stella nulla c’è da riqualificare) del Giardino dei Giusticontinua a produrre  dichiarazioni che non corrispondono alla realtà. Dichiarazioni che appaiono appoggiate da interessi tanto forti quanto opachi, tanto da indurre la Sovrintendenza a ribaltare la propria posizione, il sindaco a spendersi in modo netto a favore del progetto, la Comunità ebraica a prendere posizione e gli assessori competenti a ribaltare la propria posizione.

Leggi tutto “Monte Stella: nulla da riqualificare”

Giardino dei Giusti: l’ostinazione non fa bene a nessuno

Monte Stella viale dei GiustiMi è stato segnalato da un amico un articolo sul Bollettino online della Comunità ebraica a proposito del progetto di presunta riqualificazione del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano, che da tempo critico. L’ho letto con attenzione, visto l’affetto per l’amico e la Comunità, ma resto della mia idea: il progetto è uno scempio e Gabriele Nissim dice cose non vere. Replico a punti alle affermazioni contenute nell’articolo, almeno quelli che hanno a che fare col tema: un’opera che nella visione di molti, comunque della maggioranza del consiglio di zona 8, snatura il progetto di Bottoni.

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: l’ostinazione non fa bene a nessuno”

Il presidente della Commissione Urbanistica è contro il progetto del Giardino

Rendering progetto Giardino dei GiustiVale la pena di leggere la dichiarazione di Roberto Biscardini, socialista, Presidente della Commissione Urbanistica di Palazzo Marino a proposito del progetto di presunta riqualificazione del Giardino dei Giusti al Monte Stella. Nonostante la vicinanza politica ad alcuni esponenti della giunta apertamente schierati con questo progetto insensato, Biscardini dà una prova ammirevole di indipendenza intellettuale.

Leggi tutto “Il presidente della Commissione Urbanistica è contro il progetto del Giardino”

Giardino Dei Giusti: il brutto caso dei documenti scomparsi

Rendering Giardino dei Giusti al Monte Stella“E’ muro contro muro sul progetto del nuovo ‘Giardino dei Giusti’ al Monte Stella, uno spazio commemorativo fatto di cippi e targhe immerso nel verde del parco, creato nel 2002 dall’associazione Gariwo. Non sono serviti i 7 incontri tra amministrazione comunale e cittadini coordinati dal Comitato ‘Proteggiamo il Monte Stella’, per trovare una mediazione su una ‘riqualificazione’ che comporta la costruzione di opere in muratura, totem metallici e un anfiteatro in pietra considerate invasive anche dalla nuova soprintendente Antonella Ranaldi così come si legge nel fax che ha inviato agli assessori Chiara Bisconti e Ada Lucia De Cesaris, fedelissime di Giuliano Pisapia, nominate rispettivamente assessori al verde e all’edilizia.”

Leggi tutto “Giardino Dei Giusti: il brutto caso dei documenti scomparsi”

Giardino dei Giusti: si vuole stravolgere l’idea originaria

Rendering Giardino dei Giusti al Monte Stella“Come si evince dalla delibera 2746 del 2014, avevano in mente che si dovesse proseguire sulla linea tracciata: una linea che possiamo chiamare in vario modo: difesa, conservazione, cura. Quel che si sta per attuare risponde invece a ben altri criteri: ristrutturazione, ridefinizione radicale, rifondazione di un luogo. “ [snip] “tra l’idea originaria del Giardino dei Giusti e quella che è stata fatta propria dall’Associazione Gariwo c’è una distanza abissale. Nel primo caso il giardino è protagonista; nel secondo caso si assiste al prevalere di altre esigenze, di altre suggestioni, di altre tentazioni, per cui il giardino diventa un luogo di intrattenimento e insieme un luogo platealmente didascalico: tutte cose che finiscono per mettere in discussione l’idea originaria.”

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: si vuole stravolgere l’idea originaria”

Un progetto ingiusto per il Giardino dei Giusti

Rendering Giardino dei Giusti al Monte StellaIl Monte Stella, forse il più bel parco milanese, viene realizzato nell’immediato dopoguerra per ricollocare le macerie dei bombardamenti. Il progetto è di Piero Bottoni, che lo dedica alla moglie Elsa Stella, ospite dei campi nazisti. Dal 2003 il parco diventa anche sede del Giardino dei Giusti di Milano, a ricordo dei non-ebrei che rischiarono la propria vita per salvare quella anche di un solo ebreo dal genocidio nazista tristemente noto come Shoah. Fin qui un’ottima cosa, anche perché il Giardino dei Giusti è un bel luogo, sereno e perfettamente inserito nel contesto del Monte Stella.

Leggi tutto “Un progetto ingiusto per il Giardino dei Giusti”