Kushner parla di pace durante il tiro al bersaglio di Gaza

While the clashes (NdR: le proteste per il Land Day) were taking place, senior members of the American and Israeli governments were celebrating the opening of the new U.S. Embassy in Jerusalem. In the absence of Donald Trump, the U.S. delegation was led, banana-republic style, by his daughter Ivanka and son-in-law, Jared Kushner. During the ceremony, they were seated next to Benjamin Netanyahu, the Prime Minister of Israel, who is a long-standing friend of the Kushner family.

Leggi tutto “Kushner parla di pace durante il tiro al bersaglio di Gaza”

Israele cade nel doppio tranello di Hamas e Trump

“Per quanto sia scontato che Hamas abbia organizzato e infiammato i dimostranti, armati di fionde e sassi ma capaci in alcuni punti di superare il confine, risulta difficile accettare la risposta israeliana: la rete è stata attraversata da idranti, gas lacrimogeni e proiettili di gomma, ma anche da proiettili veri che inevitabilmente hanno ucciso e ferito.” Leggi tutto “Israele cade nel doppio tranello di Hamas e Trump”

La farsa del Land Day e il diritto di Israele a esistere

Quello che scrive la stampa italiana sugli scontri di questi giorni al confine di Israele con la striscia di Gaza in occasione del Land Day è sconcertante. Qualunque Paese al mondo che difenda i propri confini verrebbe descritto come aggredito, ma se Israele si difende è il “criminale sionista”. Eppure per i palestinesi non esiste possibilità di riconoscimento della legittimità di Israele a esistere, addirittura Hamas ha scritto nel proprio DNA un obiettivo preciso: distruzione totale di Israele e uccisione di tutti gli ebrei. Un obiettivo cui l’organizzazione criminale terrorista dedica le enormi sovvenzioni che arrivano dai Paesi arabi e dall’Europa e per il quale non esita a mettere in prima linea civili inermi.

Leggi tutto “La farsa del Land Day e il diritto di Israele a esistere”