Stalingrado espugnata e la qualità in politica

Sul ballottaggio a Sesto San Giovanni non c’è da fare troppi giri di parole: la responsabilità di una sconfitta storica è di Matteo Renzi, che non ha colto la necessità di una cesura forte col passato. Una sconfitta che era nell’aria, come aveva sottolineato in tempi non sospetti un sestese fine osservatore della politica, Graziano Camanzi.

Leggi tutto “Stalingrado espugnata e la qualità in politica”

Il bicchiere mezzo pieno

2011 MILANO - PRESENTAZIONE DELLA NUOVA GIUNTA DEL COMUNE DI MILANONel 2011 questa foto gettò la prima secchiata di acqua gelida sull’entusiasmo prodotto dalla vittoria di Giuliano Pisapia: una giunta costruita con una versione 2.0 del manuale Cencelli, con le poltrone a Palazzo Marino distribuite sapientemente tra le pretese del PD e gli interessi dei gruppi economici di riferimento.

Leggi tutto “Il bicchiere mezzo pieno”

Giuseppe Sala: il gabinetto inteso come cesso

Beppe Sala sul cessoEgregio Giuseppe Sala, immagino (mi auguro) che nel segreto del suo gabinetto (inteso come il cesso di casa, non la stanza di lusso a Palazzo occupata da un bellimbusto a 300mila+ euro/anno di costo per i milanesi) lei abbia ben chiara una situazione che non giustifica alcun ottimismo. Visto che lei è (politicamente) l’amaro calice da bere per non avere una Gelmini assessore alla cultura le dico come può provare ad avere al ballottaggio il voto che le ho negato al primo turno.

Leggi tutto “Giuseppe Sala: il gabinetto inteso come cesso”

Siamo tutti Stefano Esposito!

Carmela Rozza e Andrea Fanzago I campioni della democrazia commentano così l’impegno di chi Monte Stella:  Carmela Rozza: “inquietante Unione tra estremisti di sinistra e la destra”. Andrea Fanzago: “non capisco i motivi dell’opposizione”. Piero Bussolati: “avanti coi lavori”.

Leggi tutto “Siamo tutti Stefano Esposito!”

L’unità del centrosinistra val bene la devastazione di un parco?

Monte StellaUno può pensarla come vuole sulla vicenda del Giardino dei Giusti al Monte Stella. Per me è uno scempio di muri e cemento, per altri può anche essere una cosa sensata (non comprendo, ma mi adeguo, viva il libero pensiero). Quello che il cittadino ragionante deve considerare intollerabile – e che preoccupa non poco in vista delle amministrative milanesi del 2016 – è la reazione di Lorsignori.

Leggi tutto “L’unità del centrosinistra val bene la devastazione di un parco?”

La sconfitta di Casson prequel di Milano 2016?

casson e brugnaro a venezia“Nell’unica città fino a qualche tempo fa persino antropologicamentre di sinistra del Veneto, il centrosinistra ha alacremente operato per porre le premesse per un disastro. Prima, com’è ovvio, il tracollo della giunta di Giorgio Orsoni sotto i colpi delle indagini sul Mose e della condanna patteggiata dall’ex sindaco: per capire il disastro che ha lasciato, pensate che a Venezia oggi Orsoni (come del resto Galan) fa fatica a girare per le calli, e nei bar c’è chi si rifiuta di servirlo.”

Leggi tutto “La sconfitta di Casson prequel di Milano 2016?”

Piero Bussolati spariglia e sorprende

Piero BussolatiIl Partito Democratico di Milano Metropolitana è impegnato, sin dall’annuncio di Giuliano Pisapia, nel costruire un percorso che porti alla scelta trasparente del futuro Sindaco di Milano, eppure da qualche settimana leggo qualcuno mettere in discussione alcuni punti che noi abbiamo considerato vincolanti sin dall’inizio. Le ribadisco a mo’ di piccolo decalogo così che non ci siano più dubbi in proposito.

Leggi tutto “Piero Bussolati spariglia e sorprende”