Onorevoli colleghi camorristi in Parlamento

Luigi CesaroNon ce n’è. Se uno giudica le idee indipendentemente da chi le espone, non può che (1) ammettere che Alessandro Di Battista ha ragione e (2) che Emanuele Fiano è stato “asfaltato” (scus.turpiloq.), con tutti i suoi colleghi “onesti, ma silenziosi”. Le istituzioni sono state infiltrate e anche il PD è complice, incluso chi magari non ha rubato (sempre che percepire quello stipendio non sia in qualche modo “rubare”), ma ha accettato di rimanere seduto accanto ai ladri conclamati e chiamarli “onorevole collega”.

Leggi tutto “Onorevoli colleghi camorristi in Parlamento”

La crisi Bindi-Renzi senza giudizi né pregiudizi

De Luca e RenziQuella di De Luca Connection è una vicenda complessa, che ha provocato la consueta scissione del Paese in fazioni contrapposte, da giorni impegnate a urlarsi addosso in modo tanto fragoroso quanto inutile. Propongo una lettura dei fatti che esclude il giudizio sui protagonisti (tanto serve a poco),  un’analisi dello scenario seguita dalla domanda: “perché si comportano così?”. Giusto per provare a capire.

Leggi tutto “La crisi Bindi-Renzi senza giudizi né pregiudizi”

De Luca parla come Dell’Utri e Previti

bindi e de luca“Che ha fatto di male Rosy Bindi per beccarsi le manganellate del Partito della Fazione, anzi della Dazione? Ha detto ciò che tutti sanno da mesi: una serie di ovvietà men che banali. E cioè che le liste di tutti i partiti (esclusi i 5Stelle, Sel, la Lega e i civatiani in Liguria) sono piene di impresentabili. A cominciare da Vincenzo De Luca, condannato in primo grado per abuso d’ufficio e dunque decaduto e ineleggibile, ma anche imputato in vari processi.”

Leggi tutto “De Luca parla come Dell’Utri e Previti”

Ingiustificabile intervento a gamba tesa

Ivan Scalfarotto“Ho lavorato per quasi quattro anni con Rosy Bindi come suo vicepresidente all’epoca in cui ricopriva la posizione di presidente del partito, durante la segreteria Bersani. La conosco piuttosto bene, insomma, e, nonostante noi non si sia mai – ma proprio mai – d’accordo sul merito delle cose, l’ho sempre rispettata come persona integra e in buona fede. E mi è dispiaciuto ieri, anche sul piano umano, vederla commettere un errore così orribile e produrre una ferita così profonda nel tessuto di quelle istituzioni a cui ha sempre, e io sempre le ho creduto, dichiarato la sua fedeltà.”

Leggi tutto “Ingiustificabile intervento a gamba tesa”

Due bande rivali

Vincenzo De LucaAnche se a noi comuni mortali può sembrare soporifera, la politica resta uno dei giochi più cruenti inventati dall’uomo. Un anno fa Matteo Renzi «uccise» Enrico Letta per non essere «ammazzato» a sua volta. Con il rivale al governo, il Pd avrebbe perso le elezioni europee e D’Alema, che ancora controlla la base e le risorse del partito, avrebbe chiesto e ottenuto la testa del segretario eretico.  La resa dei conti tra le due bande rivali è stata rinviata di un anno e di un’elezione.

Leggi tutto “Due bande rivali”

I veri impresentabili

Orfini pro AntimafiaMy 2 cents sulla vicenda che ha rilanciato il mitico hashtag #rosycabindi. Tutto vero tutto giusto lo sdegno e il fastidio, se Orfini non fosse uno di quelli che hanno sostenuto con entusiasmo l’Antimafia. Il problema è proprio di metodo, ma anche e soprattutto di rispetto delle persone normali (intese come i mortali che non frequentano il Palazzo).

Leggi tutto “I veri impresentabili”

Sondaggio: sei con Rosy o contro Rosy?

Rosy BindiVincenzo De Luca: “Querelo per diffamazione la signora Bindi, l’unica impresentabile è lei. Contro di me aggressione che manco Totò Riina”. Diciassette nomi in tutto resi noti due giorni prima dell’apertura delle urne. E’ l’elenco dei “candidati impresentabili” stilato dalla commissione parlamentare Antimafia guidata da Rosy Bindi. Tra tanti nomi eccellenti spicca quello del candidato  di Matteo Renzi per la presidenza della Regione Campania.

Leggi tutto “Sondaggio: sei con Rosy o contro Rosy?”