Evviva Starbucks a Milano al palazzo delle Poste

“Starbucks a Milano: 1200 persone in coda all’inaugurazione. Benissimo! Che fotografino e condividano sui social, è buona visibilità per la città. Ne sono orgoglioso. Su tutti i giornali del mondo viene considerato lo Starbucks più bello in assoluto. Il palazzo delle Poste – bellissimo ma fatiscente – ripulito è tornato al suo splendore. E Milano è di nuovo al centro dell’attenzione internazionale, perché una potente multinazionale ha scelto noi per il suo fiore all’occhiello. Altro turismo, altri posti di lavoro, altre risorse e opportunità. Evviva Milano e chi investe sulla nostra città, quindi evviva anche Starbucks Italia.”

Leggi tutto “Evviva Starbucks a Milano al palazzo delle Poste”

Con questa maglietta non vinceremo mai

Sul wall Facebook di Giampaolo Galenda (non lo conosco di persona, ma in genere scrive cose sensate) è comparsa la foto di un bambino di tre mesi portato a una manifestazione, in braccio a un politico in “maglietta rossa”. Infastidito più dal tormento inflitto all’infante che dall’espressione di Civati, intervengo con un breve commento (“Purtroppo sta in braccio a uno che con la sua sola esistenza fornisce assist costanti a quelli che “il Rolex”) da cui scaturisce un thread che aiuta a capire perché “quegli altri” governano mentre la sinistra si dissolve.

Leggi tutto “Con questa maglietta non vinceremo mai”

Il riso al salmone con avocado e aneto

Il riso al salmone con avocado e aneto è un piatto estivo veloce, più elementare che facile da preparare, buonissimo e leggero. Per due persone servono 150 grammi di buon salmone affumicato, 160 grammi di riso arborio superfino, un avocado Haas maturo, yogurt intero (adoro il Vipiteno), aneto, sale, pepe.

Leggi tutto “Il riso al salmone con avocado e aneto”

Pierfrancesco Maran e l’immagine protofascista dell’amministratore onesto UPDATED

Pierfrancesco Maran che rifiuta di farsi corrompere non è un eroe e non ha fatto nulla di straordinario. Non farsi corrompere è una parte del lavoro per cui un assessore è pagato (e pagato bene) dalla collettività.

Leggi tutto “Pierfrancesco Maran e l’immagine protofascista dell’amministratore onesto UPDATED”

Basta gne-gne-gne: il PD abbia rispetto dei suoi elettori

“Allargare il reddito di inclusione per azzerare la povertà assoluta in tre anni e potenziare le azioni contro la povertà educativa; introdurre l’assegno universale per le famiglie con figli, la carta dei servizi per l’infanzia e nuovi strumenti di welfare a favore dell’occupazione femminile, per ridurre le diseguaglianze e sostenere il reddito dei ceti medi; introdurre il salario minimo legale, combattere il dumping salariale dei contratti pirata anche valorizzando il Patto per la fabbrica promosso dalle parti sociali. Tagliare ancora il carico fiscale sul costo del lavoro a tempo indeterminato per favorire assunzioni stabili con priorità a donne e giovani, norme per la parità di retribuzione dei generi”. 
Leggi tutto “Basta gne-gne-gne: il PD abbia rispetto dei suoi elettori”

La farsa del Land Day e il diritto di Israele a esistere

Quello che scrive la stampa italiana sugli scontri di questi giorni al confine di Israele con la striscia di Gaza in occasione del Land Day è sconcertante. Qualunque Paese al mondo che difenda i propri confini verrebbe descritto come aggredito, ma se Israele si difende è il “criminale sionista”. Eppure per i palestinesi non esiste possibilità di riconoscimento della legittimità di Israele a esistere, addirittura Hamas ha scritto nel proprio DNA un obiettivo preciso: distruzione totale di Israele e uccisione di tutti gli ebrei. Un obiettivo cui l’organizzazione criminale terrorista dedica le enormi sovvenzioni che arrivano dai Paesi arabi e dall’Europa e per il quale non esita a mettere in prima linea civili inermi.

Leggi tutto “La farsa del Land Day e il diritto di Israele a esistere”

Darsena di Milano: troppo sovietica per tollerare la street art

La Darsena di Milano, ovvero la briscola peggio giocata dall’amministrazione Pisapia. Un’opportunità straordinaria, un luogo potenzialmente bellissimo, in potenza una piccola Venezia purtroppo finita nella Berlino sovietica.

Leggi tutto “Darsena di Milano: troppo sovietica per tollerare la street art”

Il meticciato politico e la crisi del Partito Democratico: come uscirne?

Bisogna tornare alle ragioni della nascita dell’Ulivo, quella “spinta fortissima della base che invocava e imponeva unità, consapevole che, diversamente, non avremmo toccato palla contro un avversario come Berlusconi” per comprendere la crisi del Partito Democratico.

Leggi tutto “Il meticciato politico e la crisi del Partito Democratico: come uscirne?”

La cosa renziana: l’unica ragione sarebbero i quattrini

Secondo Radio Popolare “la cosa renziana” starebbe per nascere: “Il piano di Matteo Renzi per uscire dal Pd e fondare un nuovo movimento trova riscontri anche a Milano. Nei prossimi giorni si terrà nel capoluogo lombardo una riunione di sostenitori del disegno, che attualmente è una delle ipotesi attorno a cui l’ex segretario sta lavorando per il proprio futuro politico.”  

Leggi tutto “La cosa renziana: l’unica ragione sarebbero i quattrini”