Elezioni siciliane e Matteo Renzi: il noioso mantra delle dimissioni

Elezioni siciliane e Matteo Renzi: perché mai il risultato debba “aprire il tema della leadership” nel PD – unico partito italiano in cui si fanno i congressi per votare un segretario – non è chiaro. Semmai questo episodio (locale) dovrebbe confermare il giudizio su chi è venuto meno allo spirito democratico, rinunciando a sostenere la segreteria eletta, facendo opposizione dall’interno fino al prossimo congresso e mostrandosi compatti fuori, com’è sempre stato, come insegnavano Gramsci e Berlinguer.

Leggi tutto “Elezioni siciliane e Matteo Renzi: il noioso mantra delle dimissioni”

Bolzaneto 2001: Strasburgo condanna l’Italia ma nessuno paga

E allora a Bolzaneto nel 2001 fu tortura vera, un reato terribile, reso ancora più odioso dall’insensatezza di quei giorni. Ma purtroppo a pagare sono state quattro scartine blu, pochi fantaccini violenti, ma non i responsabili veri, cioè i ranghi delle forze dell’ordine (molti dei quali promossi o felici pensionati) e soprattutto i due delinquenti veri in forza alla politica, due ceffi con tendenze fascistoidi (più o meno palesi), in doppiopetto, all’epoca inopinatamente occupanti di posizioni istituzionali di rilievo: Massimo Fini e Claudio Scajola.

Leggi tutto “Bolzaneto 2001: Strasburgo condanna l’Italia ma nessuno paga”

Democrazia e popolo sovrano: Scalfari rimette in carreggiata Repubblica

“La democrazia non ha mai affidato i poteri al popolo sovrano e quindi la sovranità è affidata a pochi che operano e decidono nell’interesse dei molti. È sempre stato così nella storia che conosciamo, a partire da quella di Roma antica quando ancora era una grande Repubblica”.

Leggi tutto “Democrazia e popolo sovrano: Scalfari rimette in carreggiata Repubblica”

Milano: fare 356 milioni in nero ogni giorno e vivere felici

La giornata comincia al bar d’angolo. Caffè e frolla fanno € 3 senza scontrino. Altri cinque avventori versano un totale approssimativo di altri € 30 senza scontrino. D’altra parte è noto che il personale in quel bar guadagna € 800 al mese senza contratto, cash on the nail.

Leggi tutto “Milano: fare 356 milioni in nero ogni giorno e vivere felici”

Velocità: lettera aperta al sindaco Sala e all’assessore Granelli

Gentile sindaco Sala, gentile assessore Granelli, ho appena pagato una contravvenzione di 40 euro per aver sforato di 4 km/h (77 anziché 73) il limite sul solito cavalcavia del Ghisallo. L’ho pagata volentieri perché ritengo che la limitazione di velocità in autostrada sia una necessità imprescindibile.

Leggi tutto “Velocità: lettera aperta al sindaco Sala e all’assessore Granelli”

Giuseppina Ghersi e lo sdegno collettivo di chi non verifica i fatti

Naturalmente ti è chiaro (perché ti è chiaro, no?) che se in buona fede  ti sei unito al coro di sdegno per la vicenda della lapide a commemorazione di Giuseppina Ghersi, vuol dire che ti hanno fatt* fess*.

Leggi tutto “Giuseppina Ghersi e lo sdegno collettivo di chi non verifica i fatti”

Idranti sui migranti e foglie di fico nel centro di Roma

Mi indignano gli idranti sui migranti. Nessuno è più solidale di me nei confronti dei poveri scappati dal Terzo Mondo alla ricerca di una vita e sbattuti qua e là come sacchi di immondizia. Ma la reazione dei leoni da tastiera scatenati contro gli eventi di ieri si concentra su un dettaglio anziché sulla complessità degli eventi. E soprattutto perdono di vista i veri responsabili della inaccettabile violenza.

Leggi tutto “Idranti sui migranti e foglie di fico nel centro di Roma”

Esposito e Fiano sono briscole in mano alla destra

Dopo l’intervista di oggi a Repubblica il PD dovrebbe dare un altro mirabile esempio di coerenza con almeno una strigliata a Stefano Esposito, noto estimatore di violenza e repressione a prescindere, del tutto estraneo alla tradizione di un partito che si definisce “democratico”.

Leggi tutto “Esposito e Fiano sono briscole in mano alla destra”

Senza se e senza ma: tornano i LUOGOCOMUNISMI ™

L’elenco originale di LUOGOCOMUNISMI ™ (termine di cui rivendico la paternità online) è stato pubblicato su OneMoreBlog nell’aprile 2007, epoca in cui aggregava alcune decine di migliaia di lettori al giorno. Tra loro e tra i collaboratori amici e conoscenti poi assurti alla gloria di Palazzo.

Leggi tutto “Senza se e senza ma: tornano i LUOGOCOMUNISMI ™”