Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire

“Ho ricevuto molti messaggi da diversi gruppi di ciclisti milanesi a seguito del presidio in ricordo di Franco Rindone, vittima di un tragico incidente in bicicletta. Leggerò personalmente tutti i suggerimenti. Nel frattempo ho concordato con l’Assessore Marco Granelli di organizzare al più presto un incontro sul tema della sicurezza di chi si muove in bici a Milano.”

Leggi tutto “Mobilità a Milano: non servono tavoli ma volontà di agire”

Giuseppe Sala: il gabinetto inteso come cesso

Beppe Sala sul cessoEgregio Giuseppe Sala, immagino (mi auguro) che nel segreto del suo gabinetto (inteso come il cesso di casa, non la stanza di lusso a Palazzo occupata da un bellimbusto a 300mila+ euro/anno di costo per i milanesi) lei abbia ben chiara una situazione che non giustifica alcun ottimismo. Visto che lei è (politicamente) l’amaro calice da bere per non avere una Gelmini assessore alla cultura le dico come può provare ad avere al ballottaggio il voto che le ho negato al primo turno.

Leggi tutto “Giuseppe Sala: il gabinetto inteso come cesso”

Traffico in città: serve un cambio di strategia

incidente sulle strisceContinuano gli investimenti in tecnologia per il controllo di alcune infrazioni, ma rimane la sensazione che – nonostante le dichiarazioni di Guido Castelli, delegato dell’Associazione dei Comuni d’Italia per la finanza locale – l’obiettivo primo sia sempre fare cassa con la maggior efficienza possibile. Di nuovo tocca infatti constatare che non esiste ancora alcun progetto realistico per combattere le infrazioni che fanno più vittime.

Leggi tutto “Traffico in città: serve un cambio di strategia”

La legalità nelle strade – 2

Incidente_Stradale-1Nota per il futuro sindaco di Milano. Nel 2014 in Italia sono morte 1,4 persone al giorno (pedoni e ciclisti) ammazzate da veicoli che violavano una o più regole del codice (al primo posto eccesso di velocità e mancato rispetto delle strisce) e/o per distrazione. Solo a Milano circa quattro al mese. Più migliaia di feriti gravi e gravissimi. Dato ISTAT.
Leggi tutto “La legalità nelle strade – 2”

La legalità nelle strade – 1

rampe disabiliNon voterò mai un candidato che non si impegni a portare legalità nelle strade. Dopo aver cambiato nome, quelli che una volta erano vigili urbani, oggi poliziotti wannabe, sono spariti dalla città, non si vedono mai, non rispondono alle chiamate, ma soprattutto non si occupano del traffico. Esempio: questi sono quattro parcheggi sulle rampe per i disabili, raccolti in mezz’ora lungo un percorso di 1.200 metri (ma ce n’erano tanti altri).

Leggi tutto “La legalità nelle strade – 1”

Milano 2016: il mio voto è in vendita – 2

cambialeA quanto pare Giuliano Pisapia sta pensando a tornare sui suoi passi e ripresentarsi alle amministrative 2016. E’ una buona notizia, perché nessun altro può partire con una base di elettori già convinti come lui. Per quanto mi riguarda non sono più disposto a dare il mio voto al buio, quindi continuo con l’elenco degli impegni necessari a conquistarlo.

Leggi tutto “Milano 2016: il mio voto è in vendita – 2”

Gae Aulenti: bambini all’asciutto ma il burocrate è felice

“Il tramonto in piazza Gae Aulenti, tra i grattacieli di Porta Nuova, con i bambini che giocavano tra gli spruzzi della fontana «calpestabile» progettata daFontana  César Pelli. […] Ma a quanto pare queste scene sono destinate a non ripetersi: sabato mattina a bordo della fontana sono apparsi una serie di cartelli con il logo dell’immobiliare «Porta Nuova» e un laconico quanto perentorio avviso: «Divieto di balneazione – Bathing prohibited». Divieto applicato in modo ferreo: i bambini che si soffermavano un po’ di più sono stati rimproverati e allontanati dai vigilantes della proprietà. “

Leggi tutto “Gae Aulenti: bambini all’asciutto ma il burocrate è felice”