Israele e il ditino di Michele Serra

Michele Serra su IsraelePer l’ennesima volta Michele Serra alza il ditino per stigmatizzare mondi che non gli appartengono, di cui non conosce le dinamiche, sui quali comunque la sua storia politica e professionale non gli dà diritto di pronunciarsi. In un post su Facebook plaudente a questo contenutino ho commentato che il direttore di Repubblica dovrebbe assegnare lo spazio di Michele Serra a un giovane non raccomandato (che sennò poi ci troviamo Sofri Jr.) con la cultura e le idee necessarie a dire cose diverse in modo compatibile col mondo di oggi, anziché con temi e toni atterrati direttamente dagli anni 70.

Leggi tutto “Israele e il ditino di Michele Serra”

Pallywood colpisce ancora

La bufala di Palliwood 1Alla fine sembrava tutto chiaro. I “porci sionisti”, le “SS con stella di David”, gli “ebrei criminali invasori” hanno commesso l’ennesima violenza sul coraggioso popolo palestinese che resiste. Una “mamma coraggio” addenta il braccio del cerbero che “tortura” un ragazzino (“attenzione! Immagini forti che potrebbero urtare la sensibilità” avvisava Repubblica, sempre pronta a denunciare la “violenza sionista” non senza menzionare gli “estremisti ebrei“). In realtà era al 90% una fanfaluca, l’ennesima.

Leggi tutto “Pallywood colpisce ancora”

Gli ammiratori dei terroristi

Bandiera di Israele imbrattataMalachi Moshe Rosenfeld, uno dei quattro ragazzi colpiti ieri da terroristi palestinesi mentre tornavano in auto da una partita di basket, non ha superato le ferite ed è morto pochi minuti fa. Aveva 25 anni. La sua auto è stata colpita da una quindicina di pallottole calibro 9. Gli altri tre amici con lui sono stati feriti. Lo stesso giorno, una soldatessa israeliana di 20 anni è stata accoltellata da una terrorista palestinese.

Leggi tutto “Gli ammiratori dei terroristi”

I Giusti non amerebbero i commenti ingiusti

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingLa mia presa di posizione a proposito della (secondo me demenziale) riqualificazione del Giardino dei Giusti al Monte Stella di Milano ha suscitato una bella dose di mail e messaggi su tutti i canali. Tra tanti positivi e alcuni negativi  nel merito, ce ne sono tre in particolare che mi sorprendono. Uno mi scrive “il solito ipocrita amico degli ebrei solo quando sono morti”, un altro mi dice “cosa aspetti a dire che bisogna fare anche un giardino dedicato ad Hamas?” e un altro ancora “questa opposizione al il Giardino dei Giusti mostra quanto ancora l’antisemitismo sia diffuso”.

Leggi tutto “I Giusti non amerebbero i commenti ingiusti”

Gli ebrei hanno Israele e i rom no

Moni Ovadia“Oggi, molti cat­ti­vi­sti vi diranno che l’ebreo non è come il rom. Oggi ve lo dicono, ma in pas­sato i «per­fidi giu­dei» erano trat­tati allo stesso modo, con una sola dif­fe­renza che i rom non rice­ve­vano l’accusa di essere dei­cidi, in quanto cri­stiani o mus­sul­mani. Cre­dete che l’antisemitismo abbia perso aggres­si­vità a causa dell’orrore pro­vo­cato dalla Shoà? Non è così, anche rom e sinti hanno subito lo stesso destino. La vera ragione è che oggi esi­ste uno stato ebraico (la defi­ni­zione è di Teo­dor Her­zel, suo Ideo­logo, das Juden Staat) con un eser­cito, un governo e ser­vizi segreti che sanno essere molto «cattivisti».”

Leggi tutto “Gli ebrei hanno Israele e i rom no”

25 aprile: la Brigata Ebraica e le altre bandiere (IMHO)

Brigata EbraicaSpero che in ogni circostanza in cui si ricorderà la Resistenza italiana, da oggi in poi compaia sempre anche questo simbolo, assieme agli altri delle organizzazioni partigiane che hanno contribuito alla liberazione dal fascismo, con pari dignità e pari orgoglio. Il 25 aprile 1945 l’Italia ha ripreso in mano il proprio destino anche grazie all’eroismo della Brigata Ebraica.

Leggi tutto “25 aprile: la Brigata Ebraica e le altre bandiere (IMHO)”