I tagliolini al prosciutto di San Daniele

Non ho mai considerato l’idea di cuocere il prosciutto crudo, l’ho sempre considerato un insulto a un gioiello della gastronomia italiana che non ha bisogno di altro per essere gustato. Ma dopo una recente gita a San Daniele del Friuli in cui mi è stato offerto un piatto di tagliolini al prosciutto crudo mi sono ricreduto e ho provato a farli. Sono risultati buonissimi, quindi condivido la ricetta, semplicissima.

Leggi tutto “I tagliolini al prosciutto di San Daniele”

La ricetta per una pefetta pasta alla carbonara tradizionale

La storia della pasta alla carbonara è incerta, ma tutto sommato giovane: non esistono libri di cucina di età superiore al mezzo secolo che citino una pasta condita con uova, pecorino e carne di maiale soffritta. I più audaci fanno risalire la carbonara alla Liberazione, quando la gran fame e la mancanza di materie prime nobili spingeva a condire la pasta con qualunque cosa, tra cui uova in polvere e bacon dalle razioni delle truppe americane.
Leggi tutto “La ricetta per una pefetta pasta alla carbonara tradizionale”

Il risotto ai carciofi (come lo fa Max Mariola a casa sua)

Il risotto non è mai stato una mia specialità, ma  dopo aver visto una proposta di risotto ai carciofi sul wall di Max Mariola ho deciso che l’avrei provata. L’altro giorno da Esselunga c’erano dei magnifici carciofi di tipo romano, quelli senza spine, e ho deciso di provare la ricetta.

Leggi tutto “Il risotto ai carciofi (come lo fa Max Mariola a casa sua)”

Come usare la pancetta D’Osvaldo che non si lascia più affettare

Ogni volta che posso compro la pancetta (e altri salumi, tra cui quando lo trovo il magnifico crudo affumicato) a Cormons da D’Osvaldo Prosciutto di Cormòns. La loro pancetta è una delizia artigianale, lievemente affumicata, che si affetta a macchina sottile e si mangia su pane buono per rendere ancora piùdelizioso il Friulano di Zorzettig Vini.

Leggi tutto “Come usare la pancetta D’Osvaldo che non si lascia più affettare”

Pasta alla bottarga: la mia sintesi di tradizione italiana e turca

La pasta alla bottarga è una meraviglia di semplicità: un minimo di ingredienti e la felicità è assicurata. Dopo averla fatta per tanto tempo con l’olio sono passato al modello turco, con il burro e la buccia di limone, consapevole del disprezzo che questa preparazione alternativa può suscitare nei duri e puri. Molti urleranno allo scandalo e leveranno scudi a difesa dell’olio d’oliva, ma secondo me in questo modo la goduria della pasta alla bottarga viene amplificata (e comunque, scusa, non ti fai i crostini pane, burro e acciughe con una scorzetta di limone? Ecco, appunto).

Leggi tutto “Pasta alla bottarga: la mia sintesi di tradizione italiana e turca”

Fusilli risottati con cimette di cavolo nero

Fusilli risottati alle cimette di cavolo neroL’altro giorno ho visto per la prima volta da Esselunga delle “cimette di cavolo nero”. Appassionato come sono di zuppe toscane a base di cavolo nero non ho resistito all’acquisto. Purtroppo erano andate a ruba e l’unica confezione non era sufficiente per una zuppa, quindi ho deciso di farci una pasta. Il cavolo nero è bello tosto, sia come sapore sia come consistenza, quindi ho deciso di gustarmene la meraviglia incontaminata evitando qualunque aggiunta in cottura che non fosse l’imprescindibile peperoncino.

Leggi tutto “Fusilli risottati con cimette di cavolo nero”

L’insalata di spinaci novelli

Insalata spinaci arancia quartirolo15Un’insalatina velocissima e gustosa, per stare leggeri senza soffrire. Per due persone prendo una buona quantità di foglie di spinaci novelli (da Esselunga li vendono in stagione, un pacchetto è sufficiente), una confezione di quartirolo lombardo (a me piace il Mauri) e una bella arancia grossa, succosa, ma che non sia troppo dolce. Servono sale, aceto balsamico, pepe e olio d’oliva extravergine. Il trucco perché l’insalata venga bene sta nella preparazione delle foglie e nell’ordine con cui si condiscono i tre ingredienti.

Leggi tutto “L’insalata di spinaci novelli”