Sala: la sicurezza che ci serve non è quella di cui parla lei

Leggi tutto “Sala: la sicurezza che ci serve non è quella di cui parla lei”

Giuseppe Sala cacci gli squadristi virtuali

Gli squadristi demVedo con enorme fastidio che sulle bacheche legate a Giuseppe Sala sono ricomparsi gli stessi “squadristi dem” – sia veri sia fasulli – che a suo tempo infestavano le bacheche legate a Giuliano Pisapia. Gli stessi nomi con gli stessi profili opachi hanno ripreso i loro interventi a gamba tesa, soffocando ogni dissenso a colpi di insulti, sarcasmi e minacce, bloccando con prepotenza qualunque confronto. La buttano in vacca, accendendo i flame dando al gestore la scusa per cancellare tutto, inclusi gli interventi critici o sgraditi.

Leggi tutto “Giuseppe Sala cacci gli squadristi virtuali”

Sala e Parisi: droni incapaci di alzarsi

drone“I candidati volano sulla città come dei droni giocattolo, incapaci di alzarsi di poco sopra la testa della gente. Vanno nei mercati, nei quartieri, nelle “periferie”, nei circoli, nella migliore delle ipotesi visitano le associazioni di categoria: una parola per tutti, una stretta di mano, una promessa. Qua una riduzione di Area C, là un allargamento di Area C, qui un semaforo, qui una scuola, qui una bonifica di amianto, qui un asfalto da rifare, là un giardinetto, qui un fracasso da movida da contenere, là uno spazio di dehors sui marciapiedi da allargare, forse il vigile di quartiere per la sicurezza: la vecchia favola. Di tutto un po’, a ciascuno il suo. E i grandi temi? Slogan.”

Leggi tutto “Sala e Parisi: droni incapaci di alzarsi”

Sala come Ferrante: il sequel di un brutto film

Parisi con la Comunità ebraica al 25 aprileIl fatto che gli esponenti della Comunità ebraica milanese (tra cui alcuni sinceri democratici che conosco e stimo) ammettano in prima fila Stefano Parisi dovrebbe inquietare qualunque elettore di centrosinistra. Vuol dire che la faccia tutto sommato perbene di Parisi riesce a far dimenticare i suoi alleati: non solo Berlusconi e Salvini, ma anche i discendenti degli alleati di Hitler come Ignazio La Russa e Riccardo De Corato. Insomma Parisi sta lavorando benissimo e non è un caso se i sondaggi lo danno in fase di sorpasso su Sala.  Leggi tutto “Sala come Ferrante: il sequel di un brutto film”

Per celebrare il 25 aprile: smentire bufala su Mattarella e i marò

i due maròIl Corriere titola: “Il caso dei marò, Mattarella dedica il 25 aprile a Girone e La Torre”. Piccola marcia indietro nell’occhiello: “Il presidente della Repubblica nel messaggio sulle celebrazioni per la Festa della Liberazione esprime vicinanza ai due militari sotto processo in India con l’accusa di aver ucciso due pescatori”.

Leggi tutto “Per celebrare il 25 aprile: smentire bufala su Mattarella e i marò”

Per celebrare il 25 aprile: smentire bufala su Davigo

Piercamillo DavigoBufala da smentire per festeggiare il 25 aprile: Piercamillo Davigo non ha mai detto che “tutti i politici rubano”. Però ha detto che quelli che delinquono fanno molti più danni dei ladri di strada. E hanno molte meno probabilità di essere puniti.

Leggi tutto “Per celebrare il 25 aprile: smentire bufala su Davigo”

Su Casaleggio

casaleggioSulla morte di Gianroberto Casaleggio sono state dette parecchie cose, anche se forse non abbastanza visto il peso del personaggio nell’ultimo decennio politico italiano. Ma oltre a retorica e luogocomunismi a prescindere s’è letto proprio poco. Una delle cose migliori è stata scritta da Valentino Baldacci sul suo profilo Facebook. La riportiamo con il link al thread che ne è scaturito.

Leggi tutto “Su Casaleggio”

Presenze inquietanti in TV

Bruno Vespa“Bufera su Vespa e la Rai per la scelta di mandare in onda l’intervista nella trasmissione di Porta a Porta al figlio di Totò Riina, Salvo, in occasione dell’uscita del suo libro. Al termine di una giornata di proteste e polemiche, l’azienda ha confermato il via libera a Bruno Vespa, motivando la propria scelta con il diritto di informazione. Le polemiche avranno una coda istituzionale.”

Leggi tutto “Presenze inquietanti in TV”

Un post bacchettone e il Black Bloc

Rozza imbrattaMi rendo conto che il post originale su questa storiella ha un tono parecchio bacchettone. A mia discolpa preciso che è vernice lavabil… OPS!, scusa, ero solo molto indignato. Dunque provo a esprimere meglio il mio pensiero, riportando una risposta data a Marco Pierfranceschi sul thread di Marco Mazzei già segnalato nel post precedente.

Leggi tutto “Un post bacchettone e il Black Bloc”

La moschea antismog di Giuseppe Sala

moschea bluLa comparsata del candidato Giuseppe Sala all’incontro con i (fantastici) Genitori Antismog di oggi è stato francamente imbarazzante. Arrivato alle 19.15 per  un incontro il cui orario era 18-19.30 (quindi non ha sentito una parola degli interventi interessanti dei relatori), il cosiddetto manager ha comunque preso la parola e si è messo a parlare della moschea. Giuro, ha detto una cosa tipo “non voglio parlare della moschea, che qui non c’entra” e poi ha attaccato a spiegare perché lui farà la moschea (“c’è il diritto alla religione e anche per tenerli controllati”). Diocristo.

Leggi tutto “La moschea antismog di Giuseppe Sala”

Quelli famosi

Gli intoccabiliSono intoccabili. Tu magari anche li stimi, li ammiri, ma l’attitudine comune a lodarli a prescindere, qualunque cosa dicano o facciano, te li rende indigesti. Perché nessuno è infallibile, ma la nostra società è inguaribilmente ammalata di deferenza e lecchinismo verso il successo e il potere e chi ce l’ha deve essere applaudito a prescindere. Anche quando – come capita a tutti, nessuno escluso – fa cilecca o dice una minchiata. Ma non azzardarti a dirlo se non vuoi essere sommerso dai fischi.
Leggi tutto “Quelli famosi”