Giuseppe Sala, la nazionale e gli squadristi del centrosinistra

squadristiFrancesca Balzani è stata tutto insieme: un’ottima assessora, una pessima assessora, la peggior vicesindaca, un’ottima vicesindaca, una intrusa viziata, una risorsa, eccetera. Perfino Giuliano Pisapia (che il tempo confermerà come il miglior sindaco nella storia di Milano fino a oggi) è oggetto di giudizi carpiati con avvitamento: da “il mio sindaco” a uno che non ne ha azzeccata una, il tutto nel giro di poche ore sulle stesse timeline.

Leggi tutto “Giuseppe Sala, la nazionale e gli squadristi del centrosinistra”

Giuseppe Sala e la cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna

gelmini salvini la russa parisi lupi“La cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna – Molino delle Armi eccetera fino a Visconti di Moderone – è una trappola mortale, con le auto che fanno le gare, la corsia che sparisce a ogni incrocio e innumerevoli cafoni che ci parcheggiano sopra. Secondo me è un tema importante. Ci sono due soluzioni: toglierla (se vince Parisi con le sue truppe in SUV nero) oppure trasformarla in una cosa seria.”

Leggi tutto “Giuseppe Sala e la cosiddetta ciclabile della circonvallazione interna”

Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare

Riqualificazione Giardino dei Giusti - renderingSento che presumibilmente il candidato del centrosinistra Giuseppe Sala (quello per cui ci toccherà votare principalmente per non mettere la città in mano a Salvini & C) domenica prossima sarà al QT8. Sarebbe interessante che qualcuno gli chiedesse un punto di vista su una vicenda che ha un impatto importante sulla zona 8 e in particolare sul magnifico Monte Stella.

Leggi tutto “Giardino dei Giusti: Sala dovrebbe dire parole chiare”

Violenti e sovversivi travestiti da salvatori di anime

Radio MariaOggi ho preso un car sharing la cui radio era sintonizzata su Radio Maria. Stavo per spegnere, ma poi il tizio che curava la rubrica di cosiddetta “bioetica”, tale Renzo Puccetti,  mi ha incuriosito per le cose che diceva. Ho ascoltato per la durata del viaggio, 20 minuti buoni, poi ho dovuto spegnere, ma il senso l’ho colto.

Leggi tutto “Violenti e sovversivi travestiti da salvatori di anime”

Giuseppe Sala: e darsi una regolata?

La sfuriata di Sala al GiambellinoQua su OMB abbiamo sempre i nostri aficionados. Lettori storici che rimpiangono i bei tempi in cui “i post si potevano commentare” e lettori nuovi che arrivano dalle condivisioni sui social e dicono la loro con una mail o un messaggio su Facebook. Sono ancora inaspettatamente tanti, non tali da garantire un sondaggio, ma abbastanza per darmi il polso della situazione sugli eventi elettorali imminenti per Milano. Mi permetto dunque di passare al candidato del centrosinistra per cui dovrò votare uno dei messaggi più frequenti che ricevo su di lui.

Leggi tutto “Giuseppe Sala: e darsi una regolata?”

Quella sinistra perdente che non sa gioire se Renzi vince

civati“Ciò che è accaduto in occasione del varo della legge sulle Unioni Civili, un momento davvero importante per il nostro Paese, è quanto di più malinconico si potesse vedere nel campo della sinistra. [snip] Dal momento in cui la legge è entrata alla Camera per la sua definizione finale, tutta la sinistra che ha in avversione Renzi si è come cristallizzata, imbacalita dall’imbarazzo, non è stata più in grado di esprimere un sentimento, paralizzata dalla reale e concretissima possibilità che quella giornata così storica per il Paese finisse tra i meriti evidenti del presidente del Consiglio.”

Leggi tutto “Quella sinistra perdente che non sa gioire se Renzi vince”

Giuseppe Sala dica qualcosa di sensato su piazza Castello

Piaza Castello pedonale a MilanoLo dice da cani, vuole far tornare a correre le auto in centro, ma Stefano Parisi su piazza Castello ha mirato giusto: la chiusura è stata talmente raffazzonata e malfatta da lasciare spazio a infinite critiche. Quindi o Sala si inventa di dire qualcosa di sensato oppure la destra fa punti anche lì, perché ci sono schiere di milanesi beoti pronti a rilanciarsi col SUV tra Cadorna, Cairoli e Lanza.

Leggi tutto “Giuseppe Sala dica qualcosa di sensato su piazza Castello”

Master Chan Hon Chung, the good masters and the bad masters

Chan Hon Chung 1978Back in the days – late Seventies to late Eighties – when I was spending most of my free time in Hong Kong to learn the Hung style from master Chan Hon Chung, there was no the “lineage” thing, nor there was the rivalry that creates a climate of suspicion and a somehow wary atmosphere in today’s Hung Kuen world. Master Chan was the undisputed noble father of our style and – in many terms – of the Honk Kong Chinese martial arts world. No one questioned his role, after all he was Lam Sai Wing’s best known student and a respected bonesetter, had a four pages business card crammed with “chairman” and “president” titles, a prestigious martial curriculum. And – most of all – to no other kung fu master had been offered the honor of receiving the Medal of Glory and being introduced to Elizabeth II, queen of the British colony of Hong Kong, oddly not hated, if not respected, by the Hong Kong people.

Leggi tutto “Master Chan Hon Chung, the good masters and the bad masters”

La bicicletta come strumento di progresso e benessere

Morten KabellLa bicicletta è la soluzione. Ma a Milano si sta ancora a traccheggiare per non scontentare l’industria automobilistica, l’industria del petrolio e una base significativa (anche se non tutti per fortuna) di commercianti ottusi, incapaci di comprendere l’impulso straordinario che solo una mobilità cittadina a misura d’uomo può dare.

Leggi tutto “La bicicletta come strumento di progresso e benessere”

Polli di batteria in Rete

incubatrice“Facebook per molti utenti è l’unico sito visitato, tanto da essere per molti sinonimo e sostituto integrale di Internet. Qui le regole d’uso vengono decise unilateralmente, senza dibattito, col risultato che per esempio il video di una donna che viene decapitata va benissimo, ma un seno del quale si veda l’areola è tabù, e la mannaia della sua censura può colpire anche un museo che osa pubblicare una foto di nudo femminile parziale in bianco e nero (però Rate My Bikini o Boobs, Butts and Cleavage Collection non sono un problema). È un ambiente chiuso, controllato secondo criteri bizzarri e soprattutto insindacabili. Il parco pubblico è stato sostituito dal centro commerciale. E a un miliardo e cento milioni di utenti questo va benissimo.”

Leggi tutto “Polli di batteria in Rete”