Come usare la pancetta D’Osvaldo che non si lascia più affettare

Ogni volta che posso compro la pancetta (e altri salumi, tra cui quando lo trovo il magnifico crudo affumicato) a Cormons da D’Osvaldo Prosciutto di Cormòns. La loro pancetta è una delizia artigianale, lievemente affumicata, che si affetta a macchina sottile e si mangia su pane buono per rendere ancora piùdelizioso il Friulano di Zorzettig Vini.

Leggi tutto “Come usare la pancetta D’Osvaldo che non si lascia più affettare”

Fusilli risottati con cimette di cavolo nero

Fusilli risottati alle cimette di cavolo neroL’altro giorno ho visto per la prima volta da Esselunga delle “cimette di cavolo nero”. Appassionato come sono di zuppe toscane a base di cavolo nero non ho resistito all’acquisto. Purtroppo erano andate a ruba e l’unica confezione non era sufficiente per una zuppa, quindi ho deciso di farci una pasta. Il cavolo nero è bello tosto, sia come sapore sia come consistenza, quindi ho deciso di gustarmene la meraviglia incontaminata evitando qualunque aggiunta in cottura che non fosse l’imprescindibile peperoncino.

Leggi tutto “Fusilli risottati con cimette di cavolo nero”

Pasta crudaiola alla maggiorana

crudaiola alla maggioranaLa pasta crudaiola non è una ricetta, ma una scuola di pensiero. Unici parametri: la pasta si cuoce fino in fondo in pentola, si scola molto al dente, poi si mescola al condimento freddo per ottenere un piatto tiepido, appetitosissimo, perfetto per l’estate. Io faccio vari tipi di crudaiola, dipende dagli ingredienti che ho a disposizione / trovo quel giorno. Come tutte le cose semplici, è tanto più buona quanto sono buoni gli ingredienti e quanto la si prepara con attenzione.

Leggi tutto “Pasta crudaiola alla maggiorana”

La pasta al pomodoro è come l’armonica a bocca

Pasta al pomodoroFare la pasta al pomodoro è come suonare l’armonica a bocca: sembra facile, ma basta un niente per trasformare un bel blues in uno strazio, oppure dei buoni ingredienti in una pecionata da Milano Ristorazione (quelli che postano la pasta tiepida e collosa alle mense delle scuole). Ho messo a punto la mia ricetta definitiva per la pasta al pomodoro dopo tanti esperimenti. E’ un po’ “risottata”, ma non troppo. Visto che in genere piace ai miei ospiti la ripropongo anche qui.

Leggi tutto “La pasta al pomodoro è come l’armonica a bocca”

Penne alle coste novelle

CostePiatto unico e ci mancherebbe. Per quattro persone servono tre bei mazzi ricchi di costarelle giovani, mezzo chilo di penne rigate Rummo, due etti di guanciale tagliato in due-tre fette spesse, peperoncino, tre-quattro cipolle di Tropea non troppo grandi, due spicchi d’aglio, peperoncino piccante sbriciolato, olio d’oliva extravergine, parmigiano reggiano, sale, mezzo litro di vino bianco (buono, mannaggia! Se usi il Tavernello ti meriti un piatto scadente, per cucinare il vino deve essere buono quanto quello che si beve a tavola).

Leggi tutto “Penne alle coste novelle”

La pasta con l’aspargina

La pasta con l'aspargina La pasta con l’aspargina è squisita. Per quattro persone occorrono due mazzi di aspargina (li trovo sempre da Esselunga in stagione), due uova fresche, un bel pezzo di Parmigiano Reggiano stagionato almeno 24 mesi (altrimenti è troppo tenero e dolce), quattro etti di penne Rummo, tre cucchiai d’olio d’oliva extravergine, pepe del Madagascar, sale grosso e sale fino, vino bianco. Strumenti: pentola e scolapasta, qualche fondina, una ciotola da caffelatte, un grosso wok antiaderente con coperchio, una spatola in silicone per mescolare nel wok.

Leggi tutto “La pasta con l’aspargina”